Sarà completamente digitale la nona edizione delle Giornate FAI per le Scuole che, da lunedì 08 a sabato 13 marzo, il Fondo Ambiente Italiano organizza assieme a studenti volontari che, con l’hashtag #giornatefai, ci guideranno alla scoperta di alcuni dei luoghi d’arte e di storia più caratteristici della Campania.

Parte dall’Oasi dei Variconi di Castel Volturno la maratona culturale degli Apprendisti Ciceroni campani grazie agli studenti dell’Istituto Vincenzo Corrado, al centro del progetto pilota “FAI ponte tra culture”, nato per favorire l’integrazione e il dialogo attraverso i propri luoghi identitari e quelli dei paesi dei compagni di origine straniera. Il luogo prescelto è emblematico perchè l’oasi ospita specie autoctone, altre che compiono migrazioni tra Europa e Africa e altre ancora che hanno scelto l’area per nidificare. Tutti i pomeriggi, dalle ore 16.00, gli Apprendisti Ciceroni del Liceo statale Alessandro Manzoni di Caserta condurranno gli spettatori nel sito Unesco di san Leucio, dove fu parzialmente realizzata l’utopia urbanistica di una “Real Colonia” voluta dal re Ferdinando IV di Borbone per gli operai della propria manifattura, oggi Museo della Seta. I giovani dell’Istituto Boccioni-Palizzi, la mattina di giovedì 11 marzo, faranno ammirare le ceramiche e i pavimenti maiolicati del Museo Artistico Industriale di Napoli, voluto dal principe Gaetano Filangeri. Chi sceglierà questo bene, vedrà pure le manifatture cinesi e giapponesi, i reperti archeologici egizi e le opere d’arte islamica custoditi nel museo. Gli stessi studenti ci apriranno, poi, le porte della Real Fabbrica di Porcellane di Capodimonte, voluta nel 1743 da Carlo III di Borbone, Re delle Due Sicilie, e divenuta la sede dell’Istituto Professionale Statale a indirizzo raro per l’industria della Ceramica e della Porcellana. I due eventi saranno trasmessi la mattina di giovedì 11 marzo. Nelle stesse ore, gli Apprendisti Ciceroni avellinesi del Liceo Scientifico V. De Caprariis di Atripalda sveleranno i gioielli dell’area archeologica dell’antica Abellinum. Nell’ultimo giorno della maratona culturale del Fai, la staffetta passerà ai giovani dell’Istituto Magistrale “Virgilio” di Pozzuoli. Condurranno i visitatori al Lago d’Averno, da dove Enea partì per il suo viaggio nel Regno dei Morti secondo le vicende raccontate nell’Eneide, oppure all’anfiteatro Flavio neroniano, costruito nel I secolo d.C. con sotterranei che giungono fino a sette chilometri di profondità.

Tutti hanno tempo fino al 16 maggio per proporre azioni utili a salvaguaradre l’ambiente, rispondendo al sondaggio online “La tua idea green“. Chi partecipa ha la possibilità di vincere una tessera Feltrinelli da
500 euro
e può far dedicare alla propria scuola un pino domestico centenario nel Parco dell’Abbazia di San Fruttuoso di Camogli, bene genovese del FAI.