I fasti di Chiaia tra passato e futuro da piazza dei Martiri allo splendido palazzo Caracciolo di San Teodoro

Un appuntamento alla scoperta del quartiere CHIAIA con un percorso che,
partendo da PIAZZA DEI MARTIRI, vi condurrà alla scoperta dello
SPLENDIDO PALAZZO CARACCIOLO DI SAN TEODORO, aperto di domenica su
richiesta della Cooperativa Sire. Prima tappa dell’itinerario sarà la
CHIESA DI S. CATERINA A CHIAIA: dopo continue trasformazioni la chiesa
risulta essere di gusto settecentesco. Dalla chiesa si proseguirà verso
PALAZZO CARACCIOLO DI SAN TEODORO, GIOIELLO OTTOCENTESCO, sito in
Riviera di Chiaia. Agli inizi dell’800 il duca Carlo Caracciolo di San
Teodoro, senatore del regno delle due Sicilie, comprò tre edifici,
affidando a Guglielmo Bechi, architetto toscano chiamato dalla corte
borbonica a Napoli, l’incarico di trasformarli in un’ unica
residenza di prestigio. Il BECHI, architetto, arredatore e decoratore
dal notevole talento, realizzò UN’AUTENTICA OPERA D’ARTE: tre piani
in stile neoclassico di notevole valore artistico-architettonico. Un
lavoro svolto con passione, originalità e straordinario gusto. PALAZZO
SAN TEODORO EXPERIENCE, straordinaria testimonianza di storia e arte,
apre quindi le sue porte al pubblico con un percorso innovativo: grazie
alle due esperienze di REALTÀ VIRTUALE offre un tour che attraversa il
passato per raggiungere il futuro. Mediante l’utilizzo degli Oculus
(visori per la realtà virtuale) sarà possibile immergersi in una
affascinante RICOSTRUZIONE STORICA DELLA REAL VILLA ai tempi dei
Borbone. Il percorso terminerà con una seconda esperienza di realtà
virtuale che darà vita a un simposio musicale. La tecnologia presente a
Palazzo San Teodoro Experience è fornita da una start-up innovativa
napoletana: APPTRIPPER.

Domenica 20 marzo 2016

10:00 Raduno ingresso chiesa di S. Caterina a Chiaia – Via Santa
Caterina, 76 – Napoli.

12:30 conclusione attività

E’ previsto un contributo organizzativo.

La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA VIA MAIL O TELEFONO (FINO AD ESAURIMENTO
POSTI).

INFO E PRENOTAZIONI: 392/2863436 – cultura@sirecoop.it –
www.sirecoop.it [1]