Da mercoledì 1 a domenica 5 , da martedì 7 a sabato 11 luglio con doppio turno, alle 18:30 e alle 19:30, andranno in scena le repliche di “Dirimpettai“, una commedia di Eduardo Tartaglia, che, nei giorni del lockdown, ha rievocato “fantasmatici personaggi”. Il debutto, in prima nazionale, è avvenuto lo scorso 28 giugno all’interno della rassegna “Racconti per ricominciare“, il progetto ideato e promosso da Vesuvioteatro.org, con il coordinamento artistico di Giulio Baffi e Claudio Di Palma. I balconi di Villa Fernandes, bene confiscato alla camorra, fanno da palcoscenico a un’opera dai tratti “urgentemente contemporanei” come la definisce il suo autore, regista e interprete. Gli altri attori sono Massimo De Matteo, Peppe Miale, Angela De Matteo e Serena Pisa.

La villa novecentesca è solo uno degli undici luoghi coinvolti nel progetto “Racconti per ricominciare”, nato con l’intenzione di offrire ai lavoratori dello spettacolo la possibilità di riprendere il proprio lavoro e agli spettatori l’occasione per un lento ritorno alla normale attività, seppur nel rispetto delle misure di distanziamento sociale e di contenimento del rischio di contagio. Gli altri siti coinvolti sono il Museo Ferroviario di Pietrarsa, l’Orto Botanico della Reggia, Villa Campolieto, Villa Favorita e Villa Signorini a Ercolano; Villa delle Ginestre a Torre del Greco, il Palazzo Reale di Quisisana a Castellammare di Stabia e la Villa Fiorentino a Sorrento, il Complesso Badiale Santa Maria del Plesco a Casamarciano e il Mulino Pacifico di Benevento. Nelle intenzioni degli organizzatori è un’occasione di “rinascita comune”, che si realizza grazie a 60 attori e a 15 autori, i quali stanno dando vita a 60 racconti per 12 percorsi teatrali per un pubblico che ha iniziato a rispondere con rinnovato interesse alle proposte.