Un branco di vivaci delfini che piroettano saltando festosamente, così hanno inaugurato qualche giorno fa la stagione turistica e movimentato il pomeriggio. I delfini giocano tra di loro, rincorrendosi. Un’altra dimostrazione della biodiversità del golfo di Napoli, popolato da sette diverse specie di cetacei (tra queste, anche capodogli e balenottere), i delfini sono andati incontro all’equipaggio di Oceanomare Delphis, la barca della onlus di Ischia che studia i cetacei partendo, tutti i giorni, da Casamicciola Terme.

I cetacei si nutrono e vivono, nei paraggi della costa flegrea tra Cuma, Ischia e Procida e sono monitorati assiduamente dai ricercatori di Oceanomare Delphis, insieme all’Ischia Dolphin Project. Questi avvistamenti non sono rari, infatti i delfini sono stati visti socializzare, vocalizzando e scambiando contatti fisici numerose volte. Il branco di stenelle è stato poi osservato durante uno spostamento intento alla ricerca di cibo, divisi in numerosi piccoli sottogruppi che comunicano tra di loro vocalizzando.  Per questo a bordo dello Jean Gab, un veliero-laboratorio, ci sono speciali idrofoni in grado di captare e registrare i versi dei cetacei.

Simona Caruso