Harry ti presento Sally – un  classico per il primo dell’anno

E’ la storia di due persone che potrebbero essere personaggi di un film di Woody Allen, se non fossero così solari, e di come ci possano volere 12 anni per innamorarsi. Noi siamo con loro, o forse un pò più avanti di loro, ad ogni passo. Harry incontra Sally per la prima volta  all’Università di Chicago nella primavera del 1977, quando fanno squadra per arrivare a New York. Entrambi prevedono di iniziare la loro carriera in città. Presumibilmente sono entrambi successo, perchè vivono in  appartamenti che solo le persone nei film possono permettersi, ma le loro vite professionali sono completamente fuori dallo schermo. Li vediamo solo in quegli intervalli quando si incontrano nel corso degli anni. Il film sembra suggerire che il modo migliore per sbarazzarsi del sesso come un problema sia quello di sposarsi, dato che le persone sposate sembrano sempre troppo stanche per una vita sessuale. Questo, e altre teorie sul sesso e le relazioni sono testate nel corso del film, fino a che, stanchi di combattere, ammettono che dopo tutto si amano.

large_u0zjs3lmmNizQf7XE0iTh4IG7gX

Il film è stato scritto da Nora Ephron, e potrebbe essere una prequel al suo romanzo e sceneggiatura “Heartburn”, interpretato da Jack Nicholson e Meryl Streep, la storia di un matrimonio ed il suo successivo divorzio. Ma questo matrimonio sembra avere delle buone speranze, forse perchè la maggior parte delle grandi lotte sono state fatte prima che l’amore venga riconosciuto in quanto tale. Harry è interpretato da Billy Crystal e Meg Ryan è Sally, e costituiscono una buona coppia cinematografica, perchè entrambi gli attori sono in grado di suggerire genuino calore e tenerezza. Questa non e` una storia d’amore di passione, anche se la passione è presente, ma diventa possibile solo perchè le due persone sono cresciute insieme, e sono maturate fino a che possono finalmente vedere chiaramente ciò che significa veramente essere ‘compagni’, ed abbassando le loro difese accettano l’evidenza. Notevole sono anche i personaggi dei loro amici interpretati da Carrie Fisher e Bruno Kirby, che arricchiscono il film inesorabilmente con le loro situazioni. I dialoghi rappresentano il modo in cui le persone vorrebbero essere in grado di parlarsi. Sono spiritosi, ironici ed avrebbero sconfitto molti attori, ma Crystal e Ryan sono talmente ben affiatati che i loro personaggi si rivelano intelligenti, veloci e con un ottimo ‘ comic timing’.  E’ solo di tanto in tanto che l’umorismo è fatto a spese della credibilità – come nella scena esilarante, ma poco convincente dove Sally siede in un ristorante affollato e dimostra come le donne sanno fingere un orgasmo. Mi ha fatto ridere, ma mi sono chiesta se io o qualsiasi altra donna lo avremmo davvero mai fatto.

hero_EB19890712REVIEWS907120301AR

“Harry ti presento Sally …” è stato diretto da Rob Reiner, uno dei migliori registi della commedia holliwoodiana. Non è un film particolarmente originale: è una storia dolce, allegramente volgare ed un pò vecchio stile.  L’intelligenza delle battute, l’abilità dei protagonisti di farci credere alla genuinità delle loro emozioni, ed il fatto che possiamo tutti, chi più chi meno, relazionarci alla storia narrata, rendono il film una delle più classiche commedie romantiche di Hollywood, ed uno dei film preferiti da guardare ‘on New Year’s Day’- Il primo dell’anno. Quindi mettetevi comodi sul divano con qualcosa da sgranocchiare, un plaid per stare caldi fuori…ed un film che vi tenga caldi dentro. Buona visione!

Simona Caruso

https://youtu.be/xWJDEgoTBrk