Non parlo mai di questioni relative a stipendi, vedo solo il grande compimento della profezia populista. Il populismo è la maggiore distanza tra Governo e popolo, è la volontà di interpretare il potere senza idee, seguendo un sondaggio“. Lo ha dichiarato il deputato di Italia Viva Gennaro Migliore intervenendo in diretta su Radio Crc Targato Italia.

Il parlamentare Iv ha poi analizzato la crisi di Governo e le ragioni: “Si tratta di mancanza di qualsiasi progetto di società. Quando si dice ‘io ho delle idee e se non ti piacciono le cambio’ si è disposti a tutto e si fa calciomercato come de Magistris che decide di candidarsi in Calabria. Nessuno gli chiede perché ha fatto il sindaco di Napoli, se non per prestigio personale“.

Su Conte Migliore ha poi sottolineato: “Io non penso che il problema siano le persone ma la mancanza di idee ed è per questo che ci siamo astenuti. La situazione di emergenza nel Paese meritava un tentativo di ripresa del dialogo. Siamo all’opposizione e dall’interno proveremo a migliorare le condizioni del Paese con i provvedimenti sul bilancio e sui ristori. A questo punto saremo ancora più determinati per far valere le nostre idee, a partire dalla giustizia. Conte ha mentito perché ci promise quando volevamo sfiduciare Bonafede di approfondire su quei temi. Come premier non fa il ‘sarto’ ma è un occultatore di contraddizioni“.

Infine ha concluso: “Per il voto dipende dalle forze politiche, per Conte sarebbe facile trascinare il Paese alle elezioni. Credo che il Pd e il M5S sappiano di essere in un momento delicato. E non credo che alle comunali ci siano conseguenze, in passato è già accaduto che forze divise a livello nazionale si univano localmente“.