La seconda edizione della rassegna teatrale “Classico contemporaneo” che si svolge nel chiostro del complesso di San Domenico Maggiore, dal 17 al 30 agosto,  è giunta oramai alla sesta serata con “Il distratto”, liberamente tratto da “Aspettando Godot” di Samuel Beckett, che verrà messo in scena stasera, lunedì 22 agosto, per la regia di Antonio Grimaldi. Vladimiro ed Estragone, i due personaggi beckettiani, vengono catapultati nel colorato e svavillante mondo contemporaneo, dove il dubbio ed il caos si affacceranno ancora più feroci. La rassegna teatrale si è aperta con “Dai cortili alle corti” un’ originale rappresentazione basata su “Lo cunto de li cunti” di G. B. Basile, ha poi continuato con “Matrimoni” tratto da “Scherzi” di Chekov e Shakespeare con  “Shakespeare’s tea”.  Aristofane con “L’Isistrata” e Kurt Weill con “Lei, Kurt Weill”, sono i classici messi in scena nelle ultime due serate.

Le rappresentazioni hanno luogo nel chiostro di San Domenico maggiore

per maggiori informazioni: 329 1850120

Simona Caruso