Sono 71.560 le mascherine e 2.100 le tute protettive recapitate presso l’Unità di Crisi campana nella giornata di giovedì 26 marzo.

Nel pomeriggio l’Unità di Crisi ha registrato l’arrivo da parte della Protezione Civile di 35.840 mascherine. In mattinata, ne sono giunte 33.000 FFP2 e 2.720 FFP3. Ad inviarle è stata la Protezione Civile nazionale. E’ in programma per venerdì 27 una conferenza stampa del Presidente Vincenzo De Luca. Illustrerà il quadro riassuntivo degli arrivi di materiale sanitario, facendo un aggiornamento della situazione.

Nella giornata di mercoledì 25, in una lettera indirizzata al governo nazionale il Governatore aveva suonato il campanello d’allarme per il mancato invio di forniture essenziali al funzionamento degli ospedali campani. Nella missiva, resa nota alla stampa, si parlava di una gravissima sottovalutazione, che potrebbe vanificare gli sforzi fatti per aggiungere decine di posti letto nelle terapie intensive. “Per noi è questione di ore, non di giorni“, si ammoniva.

In tutta la Campania, oltre al Cotugno, dove è stato annunciato l’arrivo di un’attrezzo moderno in grado di lavorare fino a 800 tamponi al giorno, ci sono 9 laboratori attivi negli esami dei campioni. Entro questo fine settimana, ci sarà la possibilità di avere i risultati in 24 ore, senza più arretrati. Le strutture sanitarie che accertano la positività o meno dei campioni sono le seguenti: “A.o. Moscati” ad Avellino, “A.o. San Pio” a Benevento, “A.o. Sant’Anna e San Sebastiano” a Caserta, “Policlinico Federico II“, “Presidio ospedaliero s. Maria della Pietà” di Nola, “Istituto Zooprofilattico“, “A.o. San Paolo“, “Azienda san Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” a Salerno, “A.o. san G. Moscati” di Aversa. Proseguono i lavori appaltati dalla Regione per realizzare altre strutture ospedaliere nuove per 120 posti letto Covid.

E’ in programma per lunedì l’arrivo di un primo blocco del milione di kit rapidi, che verranno usati per le verifiche rapide su casi di pazienti positivi.

Nel corso della settimana sono arrivate nel magazzino comunale di via Argine le prime 5.000 mascherine, acquistate dalla ditta irpina Cartil giorni fa con l’ordinativo firmato dal Sindaco Luigi de Magistris. Queste, come le ulteriori forniture, verranno distribuite a categorie economiche e commerciali, ai dipendenti degli uffici del Comune, delle dieci municipalità e delle aziende partecipate ASIA, Napoli Servizi, ANM e ABC, alla Polizia locale e alla Protezione civile, ai tassisti. E, ovviamente, ai medici di base e agli operatori del welfare, a cui è stata consegnata già una prima fornitura di mascherine, offerta dalla comunità cinese.