Lunedì 25 novembre, Giornata Internazionale Contro La Violenza delle Donne, dalle ore 10:00 presso l’Aula Magna Scuola di Medicina e Chirurgia Federico II di Napoli, si terrà il Primo Summit Interdisciplinare sulle Mutilazioni Genitali Femminili. Chair Woman del progetto, Stefania de Fazio, medico specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. “Questa iniziativa”, ha riferito la de Fazio, parte da una profonda considerazione personale come donna e come madre: assistere nel XXI secolo a pratiche lesive della dignità’, così ancora diffuse in alcune culture del mondo, di mutilazione dei genitali femminili; a tal punto, ho valutato che allo stato attuale non esistevano linee guida di Chirurgia Plastica Ricostruttiva Rigenerativa ed Estetica adeguate a costituire una valida guida, per una ricostruzione di eccellenza rispetto ai gravi danni provocati da MGF, ed allora ho proceduto per gradi andando ad analizzare la Legge Bonino 2006, che ha apportato un enorme contributo a configurare questa pratica come reato penale. Nessuno fino ad oggi ha sottolineato l’importanza di una ricostruzione plastica estetica anche funzionale sul ripristino dell’anatomia, fisiologia e sessuale, utilizzando tessuto adiposo autologo e cioè proprio, che contiene quantità enormi di cellule staminali rigenerative, fattori di crescita. Abbiamo proposto con SICPRE la Società’ Italiana di Chirurgia Plastica, il suo Presidente Francesco D’Andrea, Brambilla e Almadori, referenti del topic, di aggiornare la legge e revisionare le linee guida attualmente vigenti, con l’introduzione obbligatoria del chirurgo plastico specialista oltre le figure già contemplate dalla legge (ginecologo, ostetrico, psicologi, mediatore culturale, infermiere eccetera). Lo spirito con il quale nasce il Summit è quello di creare una sincronia tra le categorie professionali coinvolte sul tema e sviluppare così la sinergia essenziale per garantire la migliore qualità di assistenza alle donne vittime di questa pratica. Il progetto è itinerante nel senso che l’incontro verrà replicato nelle principali città italiane. “Prima tappa del Summit Napoli – ha concluso la de Fazio – da me individuata, per essere capitale di accoglienza e del Mediterraneo”. Interverranno: il Magnifico Rettore Università di Napoli, Gaetano Manfredi, gli Onorevoli Chiara Marciani e Roberta Gaeta, Luigi Califano, Presidente Scuola di Medicina di Napoli, Anna Iervolino, Direttore Generale AOU Federico II, Maria Triassi, Presidente CUG AOU Federico II;  Concetta Gianicola, Presidente CUG Ateneo Federico II, Silvestro Scotti, Presidente Ordine dei Medici di Napoli, Carlo Verna, Presidente Nazionale Ordine dei Giornalisti, Antonio Tafuri, Presidente Presidente Ordine degli avvocati di Napoli,  Luisa Franzese, Direttrice Regionale Scuola , Francesco D’Andrea, Presidente SICPRE, Antonio Chiantera, Presidente SIGO,  Stefano Salvatore Presidente AIUG; con loro Rosaria De Cicco, attrice, la giornalista Betta Fiorito di Radio24, Annamaria Iannicelli ( survey sul tema ) Aurora Almadori (gestione clinica e trattamento chirurgico delle MGF), Alessandra Kustermann (complicanze uro ginecologiche) Annamaria Colao (complicanze su sessualita’) Maria Rita Parsi ( complicanze psicologiche) Valentina de Giovanni (aspetti giurisprudenziali) e lo scrittore Maurizio de Giovanni (lettura).