Lasciate un giocattolo in sospeso per i bimbi che hanno tanto amore e pochi soldi. Napoli è la città dell’amore sospeso. Noi napoletani amiamo anche chi non conosciamo, si chiama “amore per persona da nominare”. Qui, ogni giorno nasce un bambino che non ha nulla. Ci sono migliaia di Gesù Bambino nella nostra città. Qui è sempre Natale. Basta poco, che moltiplicato per tanto fa l’infinito“. Con questo appello che segue la narrazione di una favola senza tempo, l’attore Gino Rivieccio lancia la campagna di solidarietà promossa dall’Assessorato al patrimonio, ai Lavori Pubblici e ai Giovani, guidato da Alessandra Clemente e sostenuta, quest’anno, da una testimonial che sente molto l’importanza del tema, l’attrice de L’amica geniale, Ludovica Nasti. “Regalerà tantissimi sorrisi a molti bambini e di questo sono davvero felice“, ha dichiarato alla fine della conferenza stampa, tenutasi nella mattinata di martedì 3 dicembre a Palazzo san Giacomo nella Sala della Giunta.

E’ stata così presentata la quarta edizione della campagna che negli scorsi anni ha permesso di raccogliere quattromila giocattoli per donarli ad altrettanti bambini, che altrimenti non avrebbero avuto nulla in regalo.

Il donatore, acquistato il gioco, riceverà uno contrino fiscale dal negoziante, che prenderà nota dei suoi dati anagrafici. Fino al 6 gennaio, sarà possibile recarsi in uno dei punti vendita che aderiscono all’evento, chiedendo il ritiro di un “giocatolo sospeso”. Il richiedente lascerà i suoi dati e il modello di gioco prescelto, ricevendo uno scontrino di importo pari a zero o una ricevuta con la dicitura “corrispettivo non pagato”. Tutto ciò permetterà le attività di controllo, finalizzate all’accertamento che il dono arrivi veramente nelle mani di un bambino, che vive in una famiglia in difficoltà socio-economica.

I negozi che aderiscono all’iniziativa sono: Junior Giocattoli, Casa mia, Natullo toys, Leonetti, La Girandola giocattoli di Via Nicolardi, La Girandola di Via Toledo, Baby Bendrew, Arcobalocchi giocattoli, Bibi, Libreria dei ragazzi. La Città del Sole Napoli Chiaia, Libreria Mancini, Libreria Lieto.

Il Comune rende noto che a fronte delle verifiche effettuate negli anni precedenti, non si è riscontrato nessun caso di abuso o uso improprio del denaro versato per l’acquisto di un balocco da destinare a famiglie che versano in condizioni di disagio.