“Con parole precise. L’importanza della chiarezza nella scrittura giuridica” sarà il tema della lezione dello scrittore Gianrico Carofiglio che si svolgerà oggi, martedì 5 Maggio, alle 15.30 sulla piattaforma digitale Zoom nell’ambito delle attività didattiche del Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli (per seguirla in diretta si potrà accedere da www.unisob.na.it/eventi).

Un’attività didattica quella del Suor Orsola che da anni vede in cattedra oltre ai docenti dell’Ateneo anche i professionisti dei diversi settori del mondo del lavoro a cui da subito si apre l’insegnamento teorico. Una buona pratica che è rimasta intatta anche con il nuovo piano di didattica digitale messo in campo dall’Ateneo napoletano per le lezioni di secondo semestre (da marzo a maggio) per affrontare le nuove necessità causate dall’emergenza Coronavirus.

“Le leggi troppo numerose, spesso poco chiare e non di rado in contraddizione tra loro sono uno dei difetti storici del nostro Paese – spiega Tommaso Edoardo Frosini, direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche del Suor Orsola che introdurrà la lezione di Carofiglio insieme con il Rettore Lucio d’Alessandro – e sentiamo forte la necessità di formare una futura classe di operatori del diritto che abbia una specifica attenzione alla modalità di scrittura delle ‘regole’ che è anche e soprattutto una garanzia per il cittadino per la certezza del diritto e quindi dei suoi doveri e dei suoi diritti“. Una specifica attenzione alla scrittura dei testi giuridici che il Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza del Suor Orsola, l’unico a numero programmato del Mezzogiorno (aperto solo a 150 allievi all’anno), coltiva sin dalla sua fondazione nel 1998 con specifici esami dedicati al lessico del diritto e alla scrittura giuridica e con esercitazioni pratiche affidate a magistrati, notai e avvocati.

La chiarezza del diritto è un valore pratico ma anche e soprattutto etico a cui ho sempre cercato di ispirarmi da magistrato. È un dovere per chi esercita il potere ed è quindi molto importante che all’Università si insegni la chiarezza ai futuri giuristi per tenerli lontani da quella ‘oscurità’ del linguaggio giuridico che è storicamente un retaggio dei regimi autoritari”. Così Gianrico Carofiglio, già magistrato e senatore ed ormai da quasi vent’anni uno degli scrittori italiani più apprezzati, anticipa alcuni dei temi della sua lezione al Suor Orsola, dove era già stato tra i protagonisti nel 2007 della rassegna di “Cinema Letteratura e Diritto“, altro fiore all’occhiello delle iniziative aperte alla città del Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Ateneo napoletano.