Settembre: vacanze finite, si torna in città. Dopo un periodo di vacanza à bene effettuare una visita veterinaria accurata al nostro animale domestico, così da valulare il suo stato di salute generale. Sarebbe utile innanzitutto effettuare un antiparassitario contro pulci e zecche; un lavaggio con uno shampoo curativo è sempre utile per ristrutturare il pelo, ed è indicato soprattutto se il nostro amico a quattro zampe ha fatto ‘vita da spiaggia’. Spazzolare con cura il pelo di cani e gatti perchè è tempo di muta. Per ripartire alla grande, insomma un bel check-up generale, per vedere come stiamo di salute è sempre una buona abitudine. Se le vacanze con il quattrozampe sono trascorse in una zona particolarmente umida, è bene effettuare un esame del sangue, per accertare l’eventuale presenza della filaria, soprattutto se la zona di vacanza era tra quelle indicate per esposizione di malattie endemiche come leishmaniosi e filaria, ma dopo alcuni mesi dal rietro, giusto il tempo necessario al periodo d’incubazione. Questo per quanto riguarda la salute fisica del cane e del gatto.
Ci sono poi regole fondamentali che attengono alla gestione dell’animale, dal punto di vista emotivo, da seguire affinchè i nostri amici a quattro zampe non risentano del ritorno alla routine quotidiana. In vacanza con il padrone l’animale cambia completamente le sue abitudini, innanzitutto trascorrendo più tempo con lui. Per questo il rietro significa per Fido tornare a lunghi periodi di solitudine. Per aiutarlo a riabituarsi alla routine, è consigliato seguire questri tre suggerimenti:
1.Cambiamenti graduali. I cani hanno bisogno di un po’ di tempo per riprendersi dal viaggio e per accettare il ritorno alla quotidianità domestica dopo la maggiore libertà di cui hanno goduto in vacanza, proprio come noi. Sarebbe opportuno evitare di rientrare all’ultimo minuto per non dare cambiamenti bruschi al cane. Se proprio non potete evitarlo monitorate con attenzione se il vostro cane dovesse cominciare a dare segnali di tensione. Nel punto 3 ti spiegherò cosa fare in questo caso nell’immediato.

  1. E’ bene gestire il distacco dai nostri cani in maniera graduale. Dopo molto tempo passato assieme in vacanza anche un cane molto abituato a stare solo ha bisogno di un piccolo aiuto a riprendere questa abitudine. Abituatelo dopo poco essere rientrati a casa a brevi periodi in cui rimane solo. Non enfatizzate il momento del rientro e dell’uscita. Per il vostro cane sono momenti facili da fraintendere. Soprattutto quando andate via se lo salutate con enfasi il vostro cane penserà che vogliate giocare ma si sentirà confuso e tradito vedendovi sparire dopo pochi istanti. Questo vostro comportamento lo farà agitare facilmente e invece di avere il vostro cane calmo in attesa del vostro ritorno rischiate di tenerlo in agitazione durante tutta la vostra assenza con una maggiore probabilità che possa piangere e abbaiare.
    3.Controllate che il vostro cane non manifesti segnali di stress. Ebbene sì anche i cani vivono frequentemente situazioni stressanti. Lo stress del cane mostra infatti segnali ben precisi lanciati per evidenziare uno stato di malessere psicologico. Ad esempio: mordicchiare o rompere oggetti, scavare buche, leccarsi le zampe con insistenza, girare per prendersi la coda, sono alcuni dei segnali di stress più frequenti in un cane.
    Se osservate questi comportamenti nel vostro cane in conseguenza del ritorno a casa c’è qualcosa che non va. Sta vivendo una notevole difficoltà nel riprendere la vita di tutti i giorni. Non riprendere negativamente il cane se lo vedi mettere in atto i segnali di stress sopra descritti. Lo caricheresti di ancora più tensione aggravando il suo stato psicologico Organizza bene le attività della giornata in modo che sia semplice riprendere la routine.
    Premia ogni comportamento positivo che il tuo cane riprende con rapidità. Se dovessi vedere che con questi accorgimenti il tuo cane non riesce a ristabilire un giusto equilibrio nei suoi comportamenti e i suoi segnali di stress aumentano sta vivendo uno scompenso psicologico che può aggravarsi nelle settimane successive. In questo caso ti consiglio di consultare subito un istruttore professionista che potrà prendere in esame il caso singolo del tuo cane e aiutarti a ripristinare velocemente la sua tranquillità.