Un antico detto dice: Se Maometto non può andare alla montagna sarà la montagna che andrà da Maometto”, così se lo spettatore, a causa del Covid-19, non potrà andare a vedere la mostra su Gemito a Capodimonte, sarà l’artista con le sue opere ad entrare nelle case dei suoi estimatori.

Il 19 marzo era prevista l’inaugurazione della mostra “Gemito, dalla scultura al disegno” ma davanti all’impossibilità di aprire le porte delle sale museali di Capodimonte, si è, momentaneamente, rimediato con la realizzazione di un video di Carmine Romano, co- curatore della esposizione insieme allo storico dell’arte Maria Tamajo Contarini; il video ritrae 100 delle 150 opere esposte, e le racconta al pubblico.

L’allestimento della mostra è stato curato dall’architetto Roberto Cremascoli che idealmente ha voluto creare l’atmosfera dell’atelier vomerese di Gemito, uno studio da cui godeva una straordinaria bellezza paesaggistica; su un altrettanto spettacolare panorama si affacciano gli ambienti espositivi del Museo corrispondenti alle antiche sale XX- XXI- XXII della Reggia Borbonica.

Una mostra che ripercorre la vita e l’opera di Vincenzo Gemito, le sue vicissitudini professionali e sentimentali ma anche, come sottolinea il direttore Syevein Bellenger, lo stretto legame dell’artista non solo con la propria città ma anche con Parigi.

Durante l’Esposizione Universale del 1878 nella capitale francese, lo scultore napoletano ottenne notorietà e strinse stretti rapporti di amicizia con personalità artistiche quali Meisssonnier e Rodin.

Gloria, amore, follia sono i tre aspetti della travagliata esistenza di Gemito messi in evidenza dall’apparato didattico dell’esposizione e che si manifestano anche attraverso le opere sia scultoree che disegnative.

In attesa di tempi migliori, si potrà ammirare comodamente da casa la cospicua raccolta delle opere di Gemito, collezione formata da molte sculture e disegni appartenenti allo stesso Museo di Capodimonte e che sono frutto di donazioni e acquisizioni.

Annamaria Pucino

A proposito dell'autore

Annamaria Pucino

I miei articoli sono un connubio delle mie due grandi passioni: la Scrittura e la Storia dell'Arte.

Post correlati