Riciclaggio, truffa e frodi informatiche sono i reati contestati a quattro indagati, promotori finanziari e dipendenti di istituti di credito, ai quali la Guardia di Finanza di Napoli ha notificato due arresti e due obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria.

cI finanzieri hanno anche sequestrato 400 mila euro su diversi conti correnti. Le fiamme gialle del gruppo di Nola hanno notificato i provvedimenti nelle province di Napoli, Avellino, Benevento, Caserta e Roma.