Il presidente dell’Agenzia per i giovani, Domenico De Maio, è intervenuto venerdì 2 agosto al Social World Film Festival di Vico Equense.

Promuovere messaggi positivi e sostenere la concretizzazione tramite progetti o reti. È questa la finalità dell’agenzia governativa che si occupa di finanziare le idee di giovani under trenta, a partire da gruppi di cinque, anche senza che siano costituiti in associazione.

“I giovani hanno subito le conseguenze della crisi economica, quindi sono più sensibili alle questioni sociali, siano l’ambiente da preservare o i diritti umani da tutelare”.

Questo il pensiero di De Maio, a capo dell’agenzia dal 2018. Sono in partenza nuovi progetti, come le radio in quartieri difficili del Sud o complessi del Nord, tutte collegate alla radio di Roma. Quest’ultima informerà sulle tre call annuali, per permettere di conoscere i bandi disponibili e come scrivere un documento che trasformi un’idea in un progetto.

“L’arte e la creatività, come il cinema, si coniugano bene con l’impegno sociale sul territorio. La speranza è che si crei un’azione propulsiva, da cui derivino percorsi risolutivi dei problemi”.

I progetti che vengono finanziati hanno a che fare con percorsi di solidarietà e volontariato, utili a creare competenze trasversali.

La nascita di presidi in quartieri dal vissuto doloroso, sarebbe la vera riuscita di un intervento come quello avvenuto al Social World Film Festival. Altrimenti, come esplicitato da Domenico De Maio, la sua sarebbe stata l’ennesima sfilata di un persona delle istituzioni, divenuta personaggio.