Saranno nuovamente due le squadre campane impegnate nel massimo campionato di calcio dopo l’immediata promozione del Benevento: i Sanniti faranno quindi compagnia al Napoli, le ambizioni non mancano…

NAPOLI: gli azzurri lunedì prossimo saranno in ritiro nella nuova location di Castel di Sangro, località scelta durante il periodo Covid proprio per una maggiore vicinanza al capoluogo campano. Prima della partenza ci saranno tamponi per tutti, un primo allenamento è previsto già nel pomeriggio del 24 nello stadio locale, che ha sì capienza di 7000 posti ma accessibile soltanto per 1000 persone al giorno (naturalmente previa prenotazione attraverso il sito della società).

IL MERCATO: dopo l’ufficializzazione del “colpo” più caro della storia del Napoli, Victor Osimhen, la dirigenza azzurra è impegnata soprattutto alla cessione di quegli elementi che permetteranno di fare cassa, plusvalenze e costituiranno liquidità per bloccare ed accaparrarsi nuovi obiettivi. Sembrano così ormai in dirittura d’arrivo gli accordi con Everton (Allan alla corte di Ancelotti), Manchester City (Koulibaly porterà tanti soldini e plusvalenza clamorosa) e Roma (Milik si sta convincendo della Capitale dopo aver “annusato” la Vecchia Signora). Tanti i nomi accostati alla formazione azzurra, un’autentica rivoluzione si sta prospettando per quanto concerne il pacchetto arretrato (dovrebbero salutare anche Ghoulam, Hysaj, Malcuit, Maksimovic!) dove un nuovo tassello è stato già acquistato nella sessione invernale (Rrahmani poi rimasto fino a fine stagione a Verona). Voci insistenti danno per fatto l’arrivo dal Lille di Gabriel mentre avanzano le candidature di Sokratis e quella che sarebbe davvero suggestiva del buon “vecchio” Thiago Silva a parametro zero.

Anche in mezzo al campo il Napoli potrebbe fare qualcosa; dopo il rinnovo di Elmas, vista l’incedibilità di Fabian e Zielinski e con Demme e Lobotka arrivati soltanto a gennaio il reparto sembra numericamente coperto. È vero anche che con l’addio di Allan mancherebbe un tassello (piace molto Veretout, vicinissimo la scorsa stagione); la sensazione è che almeno un arrivo ci sarà mentre in caso si venisse a creare qualche situazione allettante non è da escludere una cessione a sorpresa.

L’attacco non è esente dalla rivoluzione; a furor di popolo è arrivato il rinnovo di Mertens (che a meno di clamorosi colpi di scena chiuderà la carriera a Partenope), Insigne sarà il capitano che con Gattuso ha raggiunto livelli altissimi mentre le aspettative e l’attenzione saranno rivolte verso il potenziale cracque Osimhen! Per Lozano dovrebbe esserci un’ipotesi prestito per permettergli di maturare (in Italia possibilmente) mentre Callejon ha salutato dopo 7 anni di amore puro. Toccherà a Politano l’arduo compito di non far rimpiangere (mission impossible?) il fenomenale spagnolo, ma di sicuro il Napoli si sta muovendo in maniera scrupolosa nel mercato degli esterni d’attacco (ne arriverà almeno uno). Giuntoli è scatenato in questo senso ed i contatti sono continui così come le trattative: Boga del Sassuolo, Under della Roma, Bernardeschi della Juve e Brekalo del Wolfsburg sono solo alcuni tra i papabili a vestire la maglia azzurra). Non dimenticando il bomber Petagna

BENEVENTO: nuova avventura per le “Streghe”in Serie A dopo l’immediata promozione. Una promozione giunta dopo una cavalcata da record, una leadership mai messa in dubbio, numeri pazzeschi ed individualità pronte anche per la massima serie. I giallorossi sono già in ritiro in Austria. IL MERCATO: Vigorito però vuole puntellare alla grande il collaudato gruppo agli ordini di Pippo Inzaghi ed insieme al direttore Foggia è impegnato per regalare ai tifosi colpi da sogno. Stanno circolando nomi davvero importanti (e potete scommetterci che qualche colpo sarà messo a segno); intanto sono stati acquistati già due elementi niente male come Kamil Glik dal Monaco (già bandiera del Torino nonché primo capitano straniero dei granata) e Artur Ionita (centrocampista del Cagliari). Il Benevento potrebbe rappresentare la sorpresa della prossima stagione, in effetti la piazza merita palcoscenici importanti e stimolanti.

Napoli e Benevento, le due realtà campane accomunate da un calciatore entrato prepotentemente nel cuore delle due tifoserie, un grande uomo prima di tutto, Christian Maggio!