Un minuto di silenzio e un lungo applauso hanno scandito il flashmob dei medici di famiglia della Fimmg la sera dell’ultimo dell’anno in piazza del Plebiscito a Napoli. I medici si sono schierati in diverse  file per manifestare il loro dissenso rispetto alla decisione del Governo che, a loro dire, li ha lasciati soli, senza la possibilità di poter avere degli strumenti per lavorare in sicurezza. La protesta è stato un atto simbolico e il silenzio un segno di lutto in memoria dei colleghi che sono morti durante l’emergenza Covid e durante la prima e la seconda ondata della pandemia.

La manifestazione voleva evidenziare come la categoria si senta  abbandonata dalle istituzioni, non essendo messa in condizione di poter lavorare in sicurezza e con delle linee guida precise.

Dopo un minuto di silenzio nel ricordo delle vittime tra i camici bianchi i medici  di famiglia si sono uniti in un unico e coro e hanno scandito lo slogan: “Noi non vi dimenticheremo mai!”.