La depressione non è una malattia mentale ma dell’anima; e come un cancro attacca un organo, così questa malattia si attacca all’anima fino ad ucciderla ed io, anche se indirettamente, ho vissuto questa esperienza“.

Il 14 gennaio 2020 alle ore 19 presso il castello dei Conti di Acerra (NA) si terrà la seconda edizione dell’evento “Un pensiero per Fiorella Fabiola”, a sostegno delle vittime della depressione, patrocinato dal comune di Acerra e ideato dalla presentatrice, conduttrice tv e attrice campana Magda Mancuso, che quest’anno si avvarrà della collaborazione dell’architetto Raffaella Migliaccio e di Isabella Montano).

L’evento, che avrà come nucleo principale un convegno a tema, è sostenuto dall’associazione Vesuvius di Angelo Iannelli.  Interverranno Lorenzo Crea, giornalista e direttore retenews24, Edda Cioffi, professoressa e psicologa, Maddalena Sarnataro, psicologa e psicoterapeuta, Ernesto Panaro, farmacista e farmacologo, Pietro Prevete, psichiatra, dirigente ASL NA 1 e responsabile servizio antistalking, Simona Cavallaro, dietista e pubblicista, Angelo Iannelli, attore noto come “ambasciatore del sorriso”, Domenico Contessa, imprenditore, patron di Villa Domi. Modererà  il giornalista Rai dott. Ermanno Corsi.

Interverranno inoltre alcune associazioni tra cui Donare è Amore, presieduta dalla dott.ssa Pina Pascarella,  la Associazione “Angeli” con il presidente Mirella Corvino, ex vice sindaco di Caserta) e della vicepresidente Antonella Russo.

La serata sarà arricchita dalla presenza della attrice Lucia Cassini a cui sarà conferito un premio alla carriera. Un altro riconoscimento, durante la serata, sarà conferito alla lunga e brillante carriera giornalistica del dott. Ermanno Corsi.

A fine serata ci sarà un ricco buffet con brindisi finale offerto da note realtà di Acerra.

Magda Mancuso:La depressione si può vincere e si può anche prevenire”, afferma la popolare conduttrice, che cinque anni fa ha perso sua sorella gemella, Fiorella Fabiola, che all’età di 38 anni si è tolta la vita in seguito ad un lungo periodo di depressione. Da qui l’idea di Magda di realizzare un convegno/evento, non solo per ricordare tutti coloro che non hanno saputo superare il malessere della depressione, ma anche per lasciare un messaggio di speranza, attraverso la presenza e la parola di relatori che sono professionisti del settore.