Il Natale è alle porte ed è questo il periodo dell’anno in cui si sviluppa una eccessiva preoccupazione su come poter affrontare i cenoni e i pranzi senza ritrovarsi con dei chiletti in più al termine delle festività.

La premessa d’obbligo in questi casi parte da una domanda: fino a questo momento avete seguito un corretto stile alimentare?

Se la risposta è negativa, perché preoccuparsi proprio adesso? Non saranno mica questi due o tre pranzi e cenoni a farvi ingrassare, piuttosto le condotte alimentari che avete seguito durante tutto l’anno.

Se la risposta è invece positiva, beh, anche in questo caso non saranno di certo le festività natalizie a farvi perdere il frutto di tutti i sacrifici fatti finora.

Cercate di non pensare ossessivamente a ciò che potete o non potete mangiare. Considerate i giorni effettivi di festa come una semplice variazione sul tema.

L’importanza dei pasti “liberi”

Normalmente, sia che si segua una dieta dimagrante sia che si cerchi semplicemente di mangiare in maniera equilibrata, sarebbe auspicabile prevedere delle parentesi in cui potersi concedere a tavola qualcosa che abitualmente non si mangia.

Consumare un pasto libero una tantum, magari una volta a settimana, non vuol dire vanificare il percorso fatto fino a quel momento, anzi può rappresentare una spinta motivazionale per partire ancora più carichi e determinati il giorno dopo e per stimolare un po’ il metabolismo.
Ma mi rendo conto che in molti di voi questa parentesi, anche se prevista dalla dieta, possa generare, talvolta, ansia e, più spesso, sensi di colpa.
Non c’è nulla di più sbagliato che colpevolizzarsi per aver mangiato qualcosa in più. Ciò che conta non è il singolo pasto, ma il bilancio giornaliero e settimanale, e soprattutto lo stile alimentare che si persegue nel lungo periodo.

Sono le scelte quotidiane, e non le eccezioni, a fare la differenza!

Quindi lasciate da parte i sensi di colpa e vivetevi questo periodo con la dovuta spensieratezza.

Invece se proprio non ci riuscite, se volete, potete seguire questi 5 semplici consigli che vi aiuteranno a mettere in atto una serie di comportamenti utili a rimediare al panettone, agli struffoli e ai roccocò che mangerete in questi giorni.

I miei consigli

  1. Non seguite digiuni insensati prima delle cene e dei pranzi natalizi. Mantenete l’abitudine di fare lo spuntino: vi aiuterà a non arrivare troppo affamati a tavola e a non ingurgitare quantità eccessive di qualsiasi cibo vi capiti a tiro.
  2. Il giorno dopo aver mangiato in più, evitate di rimpinzarvi solo di frutta o verdura. Componete pasti equilibrati che contengano tutti i macronutrienti, magari riducendo le porzioni.
    Per aiutarvi nella composizione di un piatto che vi fornisca tutti i nutrienti indispensabili, potete seguire la “regola del piatto”. Dividete idealmente il piatto a metà. Una metà deve essere occupata per 2/3 da una porzione di verdura e ortaggi e per 1/3 da una porzione di frutta. L’altra metà deve contenere per 2/3 una fonte di carboidrati (pasta, riso, cereali, pane, patate, ecc) e per 1/3 una fonte di proteine (uova, carne, pesce, legumi, formaggi). Aggiungete del condimento (ad esempio olio evo) e il gioco è fatto.
  3. Nei giorni successivi ad un pasto più condito e abbondante del solito, il corpo ritiene più liquidi del dovuto, per cui una corretta idratazione può aiutarvi a smaltirli in breve tempo. Libero spazio ad acqua e tisane varie, ovviamente non zuccherate.
  4. Nei giorni festivi (quelli segnati in rosso sul calendario), assaggiate di tutto un po’, scegliete quello che più vi aggrada, ma ascoltate il vostro corpo. Lui sa quando è bene fermarsi. Il bello di queste feste sta proprio nel fatto di poter assaporare i piatti della tradizione. Ciò non vuol dire che per mangiarli tutti dobbiate sentirvi male. Contate i giorni “rossi” sul calendario e vi renderete conto che avete a disposizione più di un giorno per assaggiarli tutti.
  5. A questo punto vi avrei consigliato anche di fare una bella passeggiata, magari in riva al mare, per smaltire un po’ gli stravizi del Natale.  Purtroppo il periodo particolare non lo consente. Ma niente paura! Ormai in rete c’è una miriade di professionisti a cui potersi affidare per svolgere in tutta sicurezza a casa un po’ di movimento. Provateci e sono sicura che non ne potrete più fare a meno.

La feste natalizie sono sacre, vivetele con serenità.

Buone feste a tutti voi

Mirella Di Dio Biologa Nutrizionista
Per info, domande e curiosità, potete contattare la Nutrizionista:
3348080710 – dott.didio@gmail.com – Fb Dott.ssa Mirella Di Dio Biologa NutrizionistaIG nutrizionistamirelladidio