Il Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano, a cura dell’associazione Domenico Scarlatti, conclude il suo programma con il concerto Trio Sonatevenerdì 24  gennaio alle ore 20,30 presso la Chiesa di Santa Maria dell’Aiuto (vico Santa Maria dell’Aiuto 10).  Ai violini Eleonora Amato e Ilaria Perna, al violoncello Gianpaolo Nigro e al clavicembalo Stefano Innamorati. Musiche di Hasse, Jommelli e Porpora.

L’ultimo appuntamento del XX Festival Internazionale del ‘700 Musicale Napoletano è interamente dedicato alla Sonata a tre. Tale genere, tra i più importanti del periodo barocco, raggruppa una serie molto ampia e stilisticamente eterogenea di opere. La scrittura della Sonata a tre (nota anche come Sonata in trio o Trio sonata) solitamente prevede due strumenti melodici identici o talvolta differenti (violino, flauto od oboe) e un basso continuo, per un totale di tre parti, da qui il nome.

Il concerto offre l’opportunità di ascoltare alcune pagine strumentali dedicate a tale forma musicale da Johann Adolph Hasse, Niccolò Jommelli e Nicolò Antonio Porpora. Considerati tra i massimi esponenti della Scuola Napoletana, i tre compositori, oltre alla copiosa produzione operistica e sacra, si dedicarono con grande successo anche alla musica strumentale con pregevoli composizioni che, oltre all’Italia, conobbero una importante diffusione in Francia, Inghilterra e Germania grazie alle numerose copie sia manoscritte sia a stampa.

Ingressi ad invito da ritirare presso il Centro di Cultura Domus Ars o prenotare al numero 081 3425603