Festa Europea della musica, si rinnova l’appuntamento con i
I concerti con la Biblioteca Nazionale di Napoli ” a cura dell’Associazione Ex Allievi San Pietro a Majella (direttore artistico Elio Lupi). Come è ormai consolidata consuetudine, il solstizio d’estate sarà salutato venerdì 21 giugno alle ore 20 sulle terrazze del Circolo Ufficiali della Marina Militare, sulle note di una canzone, nella dimensione del tempo racchiusa nel battere di un piede, nel vibrare delle corde di un contrabbasso dallo Swing in the City di Marco Sannini (Cornetta), Oscar Montalbano (Chitarra Manouche) e Marco De Tilla (Contrabbasso).
Ritorna al ritmo del trio napoletano la sorniona euforia di una “Swing Experience” che dona al tramonto sul mare i colori di una improvvisazione Jazz che gira intorno alla melodia, si estende, si impenna.
Fu il testo di una canzone di Duke Ellington composta nel 1932, che recitava: It don’t mean a thing if it ain’t got that swing (ovvero non serve a niente se non ha lo “Swing” , l’oscillare, il dondolare) a dare il nome ad un genere musicale che partendo da New York e Kansas City, fu diffuso nel mondo da importanti musicisti come Duke Ellington, Count Baisie e Benny Goodman.

In programma:
David, Whitney, Kramer: Candy
Duke Ellington: Don’t get around much anymore
D. Redman: Gee Baby
Earl Hines: Rosetta
T. Waller: Honeysuckle Rose
Bernie, Pinkard, Casey: Sweet Georgia Brown
S. Bechet: Si Tu Vois Ma Mere
Golden-Hubbell: Poor Butter_y
I. Berlin: Cheek to Cheek

prenotazione
Associazione Ex Allievi San Pietro a Majella : elio.lupi@libero.it