Fermati violenza!
Ferma questo impeto maligno!
Ci sono lacrime dappertutto.
Sangue rosso che scorre.
Urla disperate 
di anime che fuggono.
Braccia distese senza sole,
in cui solo il tormento 
trova sfogo 
nella tragedia di una notte.
Fermati violenza,
ferma questo impeto maledetto!
È rimasto solo il tempo, disperato,
in quell’attimo di follia senza volto,
e saranno altri angeli 
a volare in cielo,
limpida innocenza
di cuori sommersi.
La disperazione è il punto fermo del pensiero,
in un mondo immerso nelle ubriacature delle tragedie!

Silvana Pesola è nata a Napoli nel 1970. Dopo le scuole dell’obbligo si è iscritta all’istituto magistrale diplomandosi con ottimi risultati. Opera nel sociale, svolge attività come operatore sociale, insegna lingua italiana a giovani immigrati. Ha coltivato interesse per la scrittura e per la poesia fin da piccola. Partecipa attivamente ad incontri e convegni letterari che si svolgono sul territorio campano, organizzati da Enti e Associazioni culturali di rilievo. Ha partecipato a numerosi concorsi vincendo molti premi. I suoi testi poetici riflettono essenzialmente stati d’animo personali e in molti casi riguardano la condizione della donna e i problemi della società moderna. Nel 2018 ha pubblicato la sua prima antologia di poesia che ha per titolo: “Il mio filo sospeso” ed è in preparazione una sua prima raccolta di racconti!

Farepoesia” è uno spazio interamente dedicato ai versi scritti da Voi. Chiunque voglia far conoscere le proprie poesie, aforismi, racconti e chi lo desidera una breve biografia, può inviare tutto – in formato word – a info@napoliflash24.it.  Durante la settimana, saranno selezionate e pubblicate alcune poesie sulla nostra testata online, sulla pagina Facebook di Napoliflash24  e sulla pagina Twitter del nostro sito. Lo scopo di questo spazio poetico, è quello di far conoscere i poeti e gli scrittori tra i nostri lettori. Tutti possono “Farepoesia“, attendiamo solo di leggere i vostri versi e pubblicarli. A fine anno 2019, sarà possibile inoltre partecipare ad un concorso: i testi saranno selezionati da una giuria e premiati con una targa premio. “Farepoesia” sarà uno spazio che permetterà a chiunque, di esprimersi attraverso l’arte poetica. Chi non ha mai provato un’emozione davanti ad un tramonto, o pianto per la nascita di un figlio, o amato tanto fino a soffrirne? Tutti hanno la poesia dentro, dovete solo portarla alla luce.  Trasmettere significa portare alla luce.