Presentazione di

“Ferdinando Russo” di Elio Serino (Alessandro Polidoro Editore)

mercoledì 15 giugno, alle ore 17,30

presso Spazio Guida, in via Bisignano 11

ne discutono con l’autore, Vincenza Alfano ed  Ermanno Corsi

letture a cura di Vincenzo de Simone.

Ferdinando Russo

Dalla narrativa alla saggistica sembra quasi un passaggio naturale quello di Elio Serino che in quest’agile ma prezioso libro commenta cartoline d’epoca con poesie di Ferdinando Russo. L’indagine critica si risolve, infatti, nel gusto di raccontare, e come per un gioco di specchi, ci ritroviamo di fronte a una rilettura che è anche una riscrittura.  L’originalità dell’approccio è evidente fin dall’introduzione in cui Serino si abbandona a una prova squisitamente narrativa, immaginando un dialogo tra un giornalista dell’epoca e il poeta. Sagaci e arguti i commenti alle cartoline. Serino segue un unico filo conduttore nel rileggere le poesie di Ferdinando Russo. L’indagine è sulla città e i personaggi, i luoghi, il folklore sono spesso metafora di altro senso. Napoli emerge dallo sfondo e diventa protagonista di un’opera scritta a due mani a distanza di quasi cento anni; la parola chiave per interpretarne il carattere è sempre contraddizione.

Elio Serino nasce a Caracas nel 1957, vive e lavora a Napoli. Ha pubblicato i romanzi “Il ghigno del potere” ( Alessandro Polidoro Editore, 2014) “Gesù metropolitano” (L’Erudita, 2016)