Consueto appuntamento del venerdì con il governatore Vincenzo De Luca, che in diretta facebook, informa i cittadini sull’emergenza sanitaria e le iniziative economiche regionali messe in campo. Se da un lato il mantra resta il medesimo – ” dobbiamo riaprire tutto, ma in sicurezza: il 18 maggio faremo una verifica” – dall’altro De Luca annuncia novità importanti per i comparti ristorativo e balneare: “I protocolli di sicurezza Inail sono troppo restrittivi. Come regione prenderemo provvedimenti più morbidi”.

Sono programmati per le prossime ore infatti, incontri con associazioni di categoria e Camere di Commercio per tutte la valutazioni del caso. L’obiettivo, è quello di ridurre le distanze di sicurezza per aumentare la capienza di spiagge e locali. Di conseguenza, come ammesso dallo stesso governatore, “per queste attività (ristoranti ndr), è impossibile riaprire lunedì. Devono effettuare le sanificazioni e attendere nostre disposizioni sui nuovi protocolli. La ripresa deve toccare il 90% dei ristoranti, presumibilmente per giovedì”. L’idea di De Luca, supportato dalla task force regionale, sarebbe quella di “avere la distanza di un metro spalla a spalla dei clienti, stiamo elaborando un piano che prevede pannelli protettivi tra un tavolo e l’altro“.

Chiosa finale sui comportamenti individuali e i ritorni dei residenti da altre regioni – “serve l’uso generalizzato di mascherine. Dal 4 maggio ad oggi abbiamo registrato circa 25mila rientri. Molti sono in isolamento domiciliare. La situazione è sotto controllo“.