Assumere donne disoccupate in Campania e in generale al Sud può essere un vantaggio per le aziende. Il “Family Act”, disegno di legge appena approvato dal Consiglio dei Ministri, prevede un bonus di 8mila euro per il datore di lavoro. Un disegno pensato per aiutare le famiglie in difficoltà, implementare l’occupazione femminile e facilitare la gestione dei figli per chi lavora.

Un provvedimento accolto con entusiasmo dalla Ministra alla Famiglia e Pari opportunità Elena Bonetti e dal Premier Conte, che servirà a combattere la denatalità del Paese e il problema mai risolto dell’occupazione femminile, soprattutto al sud.

Nei dettagli verrà applicato un “taglio” dei contributi a suo carico, per ogni assunzione di donne disoccupate del Mezzogiorno, e comunque «prive di un impiego regolarmente retribuito», entro il 31 dicembre 2022. L’incentivo è riconosciuto per la durata di 36 mesi e si applica anche in caso di trasformazione a tempo indeterminato di un rapporto a tempo determinato.