Oggi e domani  il Museo Archeologico Nazionale di Napoli parteciperà alla manifestazione internazionale promossa dalla Commissione Europea e valorizzata dal Mibact: prevista, come da tradizione ormai consolidata, l’apertura serale del sabato
(dalle ore 20 alle 23; l’ultima emissione di ticket sarà alle 22), con la possibilità di visitare collezioni permanenti ed esposizioni al prezzo simbolico di 1 euro, salvo le gratuità di legge.

26 settembre, ore 20.30, concerto del Festival Barocco Napoletano

Sabato sera (ore 20.30, sala del Toro Farnese) sarà proposto un concerto della rassegna “Festival Barocco Napoletano”. L’Ensemble Barocco Accademia Reale (soprano: Erin Wakerman; direttore e violino barocco di concerto: Giovanni Borrelli) eseguirà musiche di Pergolesi, Haendel, Bach, Mascitti e Purcell, all’ombra del gruppo scultoreo più imponente pervenutoci dall’antichità (anche per questo evento, prenotazione obbligatoria sino ad esaurimento posti, scrivendo a info.fbn@libero.it).

27 settembre (ore 11), laboratorio didattico “Scriba per un giorno” i bambini impareranno ad essere scriba: l’evento, in programma domenica prossima alle 11, sarà articolato nella visita guidata alla Sezione Egizia, cui seguirà un momento di esercizio pratico alla scoperta della scrittura geroglifica. Il percorso, realizzato da Coopculture in collaborazione con i Servizi Educativi del Museo, sarà organizzato secondo le disposizioni anti-Covid e sarà necessario inoltrare adesione obbligatoria all’indirizzo mail prenotazioni@coopculture.it(per informazioni, possibile contattare, sino a venerdì/ore 9-12, anche i Servizi Educativi del Museo al numero 0814422328).

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio saranno fruibili le collezioni permanenti del Museo (eccezion fatta per gli ambienti chiusi a causa dell’Emergenza Covid) e la mostra “Gli Etruschi e il MANN”.


Weekend 26 e 27 settembre 2020 GEP 2020 – Giornate Europee del Patrimonio a Capodimonte: mostre, reading, visite guidate, laboratori di architettura, teatro dei burattini.

Il Museo e Real Bosco di Capodimonte aderisce anche quest’anno alle GEP-Giornate Europee del Patrimonio in programma nel weekend di sabato
26 e domenica 27 settembre 2020. Apertura straordinaria serale sabato 26 settembre dalle 19.30 alle 22.30 con ingresso a 1 euro e tanti
imperdibili appuntamenti per tutto il weekend a partire dall’inaugurazione della mostra di Christiane Löhr. Anteprima imperdibile già venerdì 25 settembre con apertura serale straordinaria dalle ore 19.30 alle 22.30 e ingresso a 1 euro.

Obbligo di rispetto delle prescrizioni anti-Covid: ingresso con prenotazione (su sito www.coopculture.it o tramite app Capodimonte),
obbligo di mascherina e distanziamento sanitario.

Ecco il calendario degli appuntamenti a Capodimonte nel weekend 25-26-27 settembre 2020:

Venerdì 25 settembre 2020, dalle ore 19.30 alle 22.30 I venerdì di Capodimonte apertura serale straordinaria con ingresso a 1 euro.

Sabato 26 settembre 2020, ore 11.00 (sala 82 – secondo piano) Incontri Sensibili Christiane Löhr incontra Capodimonte

La mostra, a cura di Sylvain Bellenger e Laura Trisorio in collaborazione con Tucci Russo Studio per l’Arte Contemporanea, porta per la prima volta al museo l’opera dell’artista tedesca Christiane
Löhr nell’ambito del ciclo Incontri sensibili, dialogo tra artisti contemporanei e collezione storica di Capodimonte.

Sabato 26 settembre, ore 11.00 (Auditorium – piano terra) Una gran testa chiomata e barbata di profeta impazzito al vento del deserto Gemito raccontato: Gabriele D’Annunzio e Salvatore Di Giacomo.

Numero massimo di partecipanti: 50 persone, obbligo di prenotazione inviando una mail a mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it,
attendere mail di conferma. Obbligo di attenersi alle prescrizioni anti-Covid indossando la mascherina e rispettando il distanziamento
sanitario interpersonale. Info: 081 7499130.
Durata: 1 ora e 30 minuti.

Per partecipare all’incontro è previsto il solo pagamento del biglietto d’ingresso al Museo. I visitatori devono arrivare all’orario indicato per l’inizio dell’attività già muniti di biglietto d’ingresso.

Sabato 26 settembre, ore 17.00 (zona Belvedere)

Il Teatro dei Burattini al Real Bosco di Capodimonte
La tradizione delle Guarattelle interpretata da Roberto Vernetti Roberto Vernetti porta il suo piccolo grande teatro nei giardini del
Real Bosco di Capodimonte. Si rappresentano le storie classiche delle guarattelle, i burattini della tradizione popolare napoletana, che ancora oggi incantano il pubblico di tutte le età. Gli incontri si
svolgeranno nell’area dei lecci, adiacente al Belvedere del Real Bosco di Capodimonte. In caso di maltempo l’incontro sarà annullato.
Iniziativa promossa e sostenuta da Amici di Capodimonte onlus, realizzata in collaborazione con le associazioni Musicapodimonte e con
il supporto di Euphorbia srl.

Prenotazione obbligatoria a info@amicidicapodimonte.org: massimo 30
persone. Obbligo di attenersi alle prescrizioni anti-Covid indossando la mascherina e rispettando il distanziamento sanitario interpersonale.
Info: 081 7499130.

Sabato 26 settembre 2020, dalle ore 19.30 alle 22.30 GEP – apertura serale straordinaria con ingresso a 1 euro. Aperto tutto il Museo, con le mostre in corso e le collezioni. Aperto anche l’Ottocento privato con il famoso bozzetto per il Trionfo da tavola di Vincenzo Gemito, commissione reale che acuì la sua follia. Obbligo prenotazione al museo tramite sito www.coopculture.it o app
Capodimonte su app store e Google store per la normativa anti-Covid.

Domenica 27 settembre, ore 11.00
Alla scoperta del Real Bosco di Capodimonte: esotismo e monumentalità. Visita a cura dell’architetto paesaggista Salvatore Terrano (Euphorbia srl)

La Giornata Europea del Patrimonio non poteva non comprendere il vasto patrimonio arboreo e paesaggistico conservato al Real Bosco di
Capodimonte, nato come riserva di caccia dei Borbone a ridosso della Reggia. Il Bosco si estende per circa 134 ettari e presenta oltre 400
diverse specie vegetali impiantate nel corso di due secoli. Un’area verde incontaminata che si affaccia sulla città e sul golfo di Napoli.

Visita gratuita con obbligo di prenotazione (massimo 15 persone)
inviando una mail all’indirizzo
mu-cap.accoglienza.capodimonte@beniculturali.it. Attendere mail di conferma. Info: 081 7499130. Appuntamento davanti alla Reggia.

Domenica 27 settembre, dalle ore 10.45 alle 12.30 (praterie adiacenti il Cellaio, area picnic)
Mele Progetto 5/Un ponte verso l’architettura Laboratori per bambini: La quinta edizione dei laboratori MeLe Progetto, fondati su temi legati
all’architettura e ispirati alla mostra Santiago Calatrava. Nella luce di Napoli, è promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dall’associazione Amici di Capodimonte Onlus, con il contributo della Fondazione Emiddio Mele, a cura dell’associazione “Archipicchia!
Architettura per bambini”.

L’appuntamento di domenica 27 settembre (dalle ore 10.45 alle ore 12.30). La metà che completa permetterà ai bambini partecipanti di osservare
il corpo per conoscere la simmetria e giocare con i movimenti, davanti allo specchio, per “riflettere” sulle opere dell’architetto spagnolo che giocano con questo elemento. Una sperimentazione su come
costruire improbabili architetture dando loro una nuova dimensione, dettandone le regole: simmetria, ripetizione, asimmetria. Età consigliata: 5-8 anni

Prenotazione obbligatoria a info@amicidicapodimonte.org: massimo 15
persone. Obbligo di attenersi alle prescrizioni anti-Covid indossando la mascherina e rispettando il distanziamento sanitario interpersonale.
Info: 081 7499130.


In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2020 (European
Heritage Days) anche la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III di Napoli riprende le attività di promozione culturale e propone:

domenica 27 settembre (ore 10-14) un’apertura straordinaria per far conoscere ad un pubblico più ampio  il patrimonio librario  della biblioteca e far  ammirare le monumentali  sale  che ospitano la biblioteca. In particolare si potranno visitare il maestoso  Salone di Lettura con decorazioni in stucco ed oro e le  storiche sale  splendidamente affrescate, destinate dai Borbone a Saloni delle feste, e si potranno ammirare  gli allestimenti originali riportati nelle immagini di splendidi
manoscritti acquerellati .

Il percorso di visita   prende il via dalla monumentale opera seicentesca, dal rilevante valore scientifico,  del noto cartografo Mario Cartaro realizzata in collaborazione con Antonio Stigliola  famoso erudito e scienziato nolano, con le splendide immagini del Regno di Napoli. Si prosegue attraverso le strade e le Vedute  della Napoli del seicento nelle perfette  incisioni di Cassiano de Silva,  per poi addentrarsi nella vita popolare a Napoli nell’ottocento raffigurata dal pittore svedese Carlo Lindström , con  splendidi disegni che riprendono i costumi tradizionali del popolo napoletano e alcune scene di vita popolare.

Le suggestive  immagini del diplomatico e vulcanologo britannico sir William Douglas Hamilton  alla la fine del XVIII secolo, ambasciatore
inglese presso la corte di Napoli dove assistette alle eruzioni del Vesuvio del 1777 e del 1779, ci preparano a vivere  l’emozione  di affacciarsi dalle terrazze prospicienti il mare,  con vista mozzafiato sul golfo di Napoli dominato dal Vesuvio. L’ingresso  in biblioteca (gratuito)  sarà consentito esclusivamente su prenotazione  ed in sicurezza a piccoli gruppi.  E’ obbligatorio l’uso delle mascherine.

Prenotazione obbligatoria  da lunedì 21 settembrea venerdì ore 14 su www.bnnonline.it,  dove ci saranno istruzioni sulle visite guidate.


Sabato 26 e domenica 27 settembre in Italia le Giornate Europee del Patrimonio Al Parco Archeologico di Ercolano orario prolungato

Anche il Parco Archeologico di Ercolano protagonista delle Giornate Europee del Patrimonio 2020, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa.
Nelle giornate del 25 e 26 settembre i cancelli del Parco di Ercolano apriranno eccezionalmente alle ore 8.30 incrementando l’orario ordinario
e venendo così incontro alle esigenze di tanti turisti che arrivano presto la mattina al sito e sono desiderosi di fruirne in queste particolari e meravigliose condizioni di luce, tornando almeno per due giornate agli orari ordinari del Parco prima dell’applicazione delle restrizioni orarie dovute alla pandemia Covid-19.

Sabato 26 settembre il Parco sarà inoltre aperto per l’evento serale de. I Venerdì di Ercolano che ha raddoppiato il calendario appunto anche
con la serata del 26, con un biglietto dal costo straordinario di 1 euro e per tale data, così come per il venerdì 25 settembre.


Il 26 e il 27 Settembre Il Museo Archeologico di Pontecagnano aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2020 (#GEP2020) con un ricco programma di attività. Il tema scelto quest’anno a livello internazionale è “Imparare per la vita”, un richiamo all’importanza dell’esperienza culturale e della trasmissione delle conoscenze alle nuove generazioni per la creazione di un patrimonio culturale riconosciuto e condiviso. Come di consuetudine la serata del sabato prevede l’ingresso simbolico ad 1 Euro.

Sabato 26 settembre, ore 11.00 – 13.00

Le GEP 2020 inizieranno sabato mattina con la presentazione del restauro della tomba dipinta 9890, nota come “tomba della donna con ombrellino”.

La tomba a camera di tipo familiare, databile alla seconda metà del III sec. a.C., è stata rinvenuta a Pontecagnano nel 2017 e ricostruita nei sotterranei del museo. L’eccezionalità della sepoltura, è rappresentata dalle pitture che decorano le pareti interne. Sulla parete posta di fronte all’ingresso sono raffigurati due personaggi di rango, uno maschile e l’altro femminile, che si tendono la mano in un gesto di saluto. Dietro la donna un’altra figura femminile di dimensioni minori, probabilmente un’ancella, incede reggendo un ombrellino parasole.

Sabato 26 settembre, ore 19.30 – 22.30

La serata di sabato sarà dedicata alla presentazione della II Edizione di “Musée éclaté-Museo senza limiti”. Il progetto, finanziato dalla Regione Campania al Comune di Pontecagnano Faiano, mira a rafforzare il legame tra la città, luogo di rinvenimento di eccezionali testimonianze archeologiche, e il Museo che le conserva, le valorizza e le promuove. Nel corso della serata saranno ripercorse le tappe della I edizione, illustrando i percorsi archeologici realizzati in città e le opere d’arte contemporanea già installate, e sarà presentato il programma di quest’anno che, nonostante la battuta d’arresto determinata dall’emergenza sanitaria legata al COVID-19, è già stato avviato con le prime attività. Oltre a laboratori didattici rivolti a bambini e ragazzi, nuove installazioni di arte contemporanea ispirate ai ritrovamenti archeologici andranno ad arricchire altri luoghi della città.

Ingresso al costo simbolico di 1 euro.

Domenica 27 settembre, ore 9.30 – 13.30 / 16.00 – 19.00

La giornata di domenica sarà dedicata al terzo appuntamento con i Laboratori di “Muséeéclaté -Museo senza limiti” dal titolo “I guerrieri di via Dante: armi e non solo”.

L’attività, che sarà svolta nel rispetto delle prescrizioni antiCOVID e in postazioni singole, prevede un laboratorio di creazione attraverso il quale bambini e ragazzi potranno riprodurre con tecniche e materiali differenti il tumulo dei guerrieri rinvenuto in via Dante a Pontecagnano Faiano e i principali oggetti di corredo delle sepolture.

Il laboratorio è adatto a bambini e ragazzi di età compresa tra i 6 e i 13 anni. L’ingresso al museo e la partecipazione alle attività sono gratuiti fino ai 18 anni. Per gli adulti è previsto il biglietto di ingresso al museo di 2 euro.

La prenotazione è obbligatoria da effettuare inviando una mail a laboratori@musee-eclate.it oppure telefonando al numero 3701547499.