Dopo la vittoria della Francia nella gara inaugurale di venerdì, gli Europei hanno cominciato a presentare un programma di 3 gare al giorno. Queste le partite di Sabato 11 e Domenica 12 Giugno:

SABATO 11

ALBANIA – SVIZZERA 0-1: bastano 5 minuti per decidere la gara, il “merito” è del portiere laziale Berisha che esce a vuoto e permette a Schar di insaccare. L’impresa per gli albanesi si complica maggiormente dopo l’espulsione (doppio giallo) dell’ex-laziale Cana; il risultato non cambia più anche grazie ad una grande parata di Berisha su Seferovic. Affidabile sempre il “napoletano” Hysaj.

GALLES – SLOVACCHIA 2-1: partenza a razzo della Slovacchia, il capitano del Napoli Hamsik si inventa una giocata da urlo ma dopo aver saltato l’intera retroguardia gallese (portiere compreso) trova il prodigioso intervento di un difensore sulla linea. Ed allora si sveglia la “stella” Bale che insacca su punizione; nella ripresa la Slovacchia trova il pareggio grazie a Duda e comincia a crederci. Sorprendentemente però è il nuovo entrato Robson-Kanu, servito da Ramsey, a segnare il gol-vittoria per i gallesi.

INGHILTERRA – RUSSIA 1-1: il programma di Sabato si chiude con una gara che verrà ricordata più per i tragici scontri tra le due tifoserie a Marsiglia che per i contenuti tecnici dei 22 in campo. Dopo un primo tempo inchiodato la sblocca con una gran punizione Eric Dier, ma la Russia a tempo scaduto trova la beffa grazie ad un imperioso stacco di testa di Berezutski. Tanta, tanta vergogna; se dovesse accadere ancora qualche scontro, le nazionali rischierebbero seriamente l’esclusione!

DOMENICA 12

TURCHIA – CROAZIA 0-1: impressiona e non poco la Croazia del ct. Cacic; decide la gara un missile al volo da fuori area di Luka Modric. Le traverse di Perisic e Srna (che a fine gara avrà la notizia della scomparsa del padre!) legittimano la vittoria croata.

POLONIA – IRLANDA DEL NORD 1-0: tutti si aspettano il bomber Robert Lewandoski ma a regale il gol vittoria alla nazionale di Nawalka, è l’attaccante dell’Ajax Milik. Praticamente inesistente la formazione di O’Neill.

GERMANIA – UCRAINA 2-0: dopo 5′ il portierone Neuer compie una gran parata su un velenoso e angolato tiro di Konoplyanka e questo serve a svegliare i tedeschi che vanno in vantaggio con Mustafi (ex difensore della Samp) bravo a colpire di testa su una punizione di Kroos. Al 92′ raddoppia il “vecchietto” terribile Bastian Schweinsteiger entrato due minuti prima.

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati