Siamo giunti agli ultimi due appuntamenti con “Ethnos Italia – dialoghi musicali per un contagio popolare”, la rassegna di incontri e concerti online promossa dal festival Ethnos, giunto quest’anno alla XXV edizione. “Ethnos Italia è un’idea coraggiosa che va oltre quel concetto che vede la musica come sola occasione di divertimento. L’idea del direttore artistico Gigi Di Luca in questo particolare momento storico e sociale di emergenza da covid-19 ed in occasione dei 25 anni del festival Ethnos è quella di dedicare alla musica popolare e folk italiana appuntamenti con artisti e musicisti per una rete di dialoghi e incontri, unendo simbolicamente le diverse regioni italiane”, si legge nel comunicato ufficiale.

Ecco il programma ufficiale delle ultime due giornate di rappresentazioni online:

Martedì 28 aprile alle 21 il Duo Bottasso – ovvero i fratelli Nicolò e Simone Bottasso – autori di due tra i più interessanti lavori indipendenti usciti negli ultimi anni in ambito world music (“Crescendo” del 2014 e “Biserta e altre storie” del 2018) saranno i protagonisti del dialogo musicale in diretta sulla pagina facebook del festival partenopeo.

Giovedì 30 aprile ore 21 andrà in onda la chiusura con il musicista e sciamano del Togo, Arsene Duevi. Cantautore, etnomusicologo,  polistrumentista (bassista, percussionista e chitarrista), Duevi canta in lingua EwèItaliano e Francese alternando rivisitazioni afro di brani di Fabrizio
De Andrè e Boris Vian
a brani originali con un preciso messaggio che arriva diretto dal sud del mondo: scegli la vita, non farti usare dai soldi, non darti per vinto, lasciati abbracciare, alzati, canta e fai sentire la tua voce in un mare di voci. Haya in Ewè significa “gioisci” ed è il suo nuovo emozionante Inno alla Vita.