Epatite C: per i nuovi farmaci, efficaci nell’80% dei casi, istituita dalla Regione Campania una commissione per individuare i centri che li prescriveranno gratis

 
Istituita dalla Regione Campania una Commissione alla quale toccherà il delicato compito di individuare i centri che prescriveranno gratuitamente i farmaci di nuova generazione che debellano il virus dell’Epatite C.
L’on. Flora Beneduce, consigliere regionale della Campania e componente della Commissione permanente Sanità e Sicurezza sociale, spiega: “il decreto entro pochi giorni; finirà così il calvario per i malati che potranno beneficiare del ‘sofosbuvir’ (Gilead), entrato nel nostro prontuario lo scorso ottobre, e del ‘simeprevir’ (Janssen), disponibile da questa settimana”.
“Sono oltre 85mila i malati censiti in Campania – continua l’on. Beneduce – che devono ricevere una risposta e sapere se rientrano nelle categorie che possono beneficiare gratuitamente delle nuove terapie. In tempi contingentati sarà fornito il testo che si attiene alle linee guida ministeriali, con linee chiare. I farmaci sono sempre più efficaci e le possibilità di guarigione sempre più elevate: la possibilità di guarigione si attesta intorno all’80% e le cure sono meno invasive dell’interferone”.
Per la somministrazione delle nuove molecole, lo Stato ha stanziato un miliardo e mezzo, che dovrebbe consentire di trattare a carico della sanità pubblica 15mila pazienti all’anno. Il pacchetto dei salvavita determina un risparmio nel lungo periodo in termini di ricoveri, trapianti, assistenza ai pazienti cronici, con una stima dei costi che si aggira intorno al miliardo di euro all’anno. Ad oggi sono quattro le molecole che in Italia verranno date gratuitamente a chi ne ha più bisogno. Saranno introdotti anche altri due farmaci che hanno già superato la trafila regolatoria.
La Campania è quindi pronta per regolarne la somministrazione.
Teresa Lucianelli