Sono stati annunciati a Bruxelles, alla presenza del Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, i nominativi dei vincitori dei Corporate Art Awards  “Mecenati del XXI secolo” i premi ideati da pptArt per identificare, valorizzare e promuovere le eccellenze del mecenatismo istituzionale, aziendale e privato a livello internazionale.

Elite ha vinto il prestigioso premio per l’edizione di “Rivelazioni” dedicata al Museo e Real Bosco di Capodimonte di Napoli. Lanciato da Borsa Italiana nel 2015, “Rivelazioni” è un progetto di mecenatismo diffuso e di partnership tra privati e istituzioni culturali che prevede un accordo programmatico con alcuni dei principali musei d’Italia, dedicato al restauro di opere di pregio spesso conservate nei depositi in attesa di essere esposte nuovamente. Nell’ambito di questo progetto Borsa Italiana ed Elite promuovono presso la comunità imprenditoriale e finanziaria la raccolta di risorse per il restauro che prevede che ciascun mecenate “adotti” un’opera che verrà poi “rivelata” nuovamente al pubblico.

Grazie all’accordo tra Borsa Italiana e l’Advisory Board del Museo di Capodimonte presieduto da Giovanni Lombardi con il progetto “Rivelazioni” nove aziende del programma Elite (Cartesar, D’Amico D&D Italia,  Epm, Graded, Pasellì, Protom Group, Tecno, Temi e un donor anonimo) hanno finanziato quest’anno il restauro di sette capolavori del museo napoletano che verranno restituiti alla piena fruizione da parte del pubblico.

Una delle chiavi di successo dell’iniziativa è la “Valorizzazione”. Infatti non si tratta solo di restaurare e conservare opere d’arte ma anche farle “vivere” dando la possibilità alle aziende che le restaurano di organizzare attività che diano visibilità, valore e importanza al restauro.

Per rafforzare l’impegno nel mondo dell’arte è stato poi creato uno spazio espositivo, Borsa Italiana Gallery (BIG), nella sede di Borsa Italiana a Milano in cui ospitare opere d’arte tra cui quelle restaurate nell’ambito di “Rivelazioni”. Si tratta di “pop-up museum” (definizione di James Bradburne, Direttore della Pinacoteca di Brera) che vuole essere un punto di incontro tra arte e finanza. BIG è una vetrina al di fuori delle sedi museali, per sensibilizzare ai temi legati all’arte e alla cultura la community finanziaria.

L’opera “Adorazione” di Michelangelo Anselmi è già stata esposta presso BIG, restaurata grazie al contributo di E.P.M., azienda entrata in Elite nel 2012 e certificata dal 2015, consentendo così a un pubblico nuovo e più ampio di apprezzare la collezione del Museo. Le altre opere sono in corso di restauro e saranno esposte a Milano ove le condizioni del dipinto lo consentano.

Luca Peyrano, Amministratore Delegato di Elite, ha affermato: “Siamo onorati di ricevere questo prestigioso riconoscimento che premia l’impegno di Elite a favore del supporto delle imprese ad alto potenziale di crescita, non solo nel prepararsi a cogliere le migliori opportunità offerte dal mercato, ma anche nel fare propria una cultura manageriale attenta ai temi della responsabilità verso il territorio e la cultura”.

Valentina Sidoti, Responsabile del progetto Rivelazioni – Finance for Fine Arts di Borsa Italiana, ha detto: “Siamo onorati di ricevere il premio internazionale Mecenati del XXI secolo – Corporate Art Awards® 2018 che premia l’impegno di Borsa Italiana per la valorizzazione del patrimonio artistico italiano. Questo premio conferisce al nostro progetto ‘Rivelazioni’ un respiro ancor più internazionale riconoscendolo come progetto ‘benchmark’ tra le numerose candidature provenienti da tutto il mondo. ‘Rivelazioni’ si propone di diffondere la cultura del mecenatismo e renderlo facilmente accessibile a tutti attraverso la collaborazione tra pubblico e privato”.

Sylvain Bellenger, Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, e Giovanni Lombardi, Presidente dell’Advisory Board del Museo, hanno dichiarato: “Siamo molto orgogliosi che Borsa Italiana ed Elite abbiano voluto candidare l’edizione di ‘Rivelazioni’ realizzata nel Museo e Real Bosco di Capodimonte al premio internazionale Mecenati del XXI secolo – Corporate Art Awards® 2018 e che gli organizzatori del Premio ci abbiano inseriti tra i finalisti. Crediamo fortemente nell’importanza della collaborazione tra pubblico e privato per tener vivo il nostro immenso patrimonio culturale e artistico.

Questo progetto ha un valore importante per PMI, le quali possono offrire un grande contributo alla valorizzazione del nostro patrimonio artistico e culturale, in una logica di investimento sostenibile per l’azienda e per il Paese. ‘Rivelazioni’ semplifica la relazione tra azienda e museo, aggiungendo valore a entrambi i soggetti, dimostrando di essere una piattaforma ottimale per le attività di mecenatismo delle PMI”.

Commenta l’amministratore unico di Graded, Vito Grassi: “Fare mecenatismo nel XXI secolo significa impegno, etica e responsabilità sociale d’impresa che devono coniugarsi nella promozione della crescita del territorio in cui si opera. Va in questa direzione la mission di Graded che ha aderito al progetto Rivelazioni di Borsa Italiana nella convinzione che investire in cultura per un’azienda significa partecipare in maniera diretta alla crescita socioeconomica del Paese. L’Italia ha uno dei maggiori patrimoni artistico-culturali del mondo che, per essere preservato e promosso all’esterno – in una fase in cui è sempre più difficile reperire risorse e gli investimenti sono ben al di sotto della media europea –  ha bisogno di nuove sinergie tra privato, pubblico ed enti culturali. Occorre “fare sistema” per valorizzare la creatività italiana, attraverso una progettualità innovativa, integrata, sostenibile, attenta al territorio e all’ambiente”.