È già stato soprannominato “Ringhio” e non è un caso: quando giocava in Turchia, Elmas, a soli 19 anni, non ha avuto alcun timore nel guidare il Fenerbahce, in una partita estremamente importante e sentita contro gli storici rivali del Galatasaray, ad un pareggio insperato, dopo che gli avversari erano passati in vantaggio e avevano un uomo in più.

Ebbene, dopo che è entrato letteralmente nel cuore dei sostenitori del Fenerbahce e aver sperimentato quanto può essere vasto l’amore dei tifosi turchi nei suoi confronti, è facile capire come Elmas sia cresciuto anche come uomo. Le prestazioni nel catino bollente del Saracoglu sono un bel biglietto da visita, di uno che non ha paura di giocare in qualsiasi tipo di stadio.

Elmas, è lui il colpo del Napoli per alzare la qualità del centrocampo?

Spesso e volentieri, però, grinta e personalità da vendere non sono sufficienti per emergere. Infatti, Elmas accomuna ad un grande carattere anche un’ottima base tecnica: insomma, il centrocampista macedone i numeri li ha eccome e, almeno dal punto di vista potenziale, ha tutte le carte in regole per potersi ergere a personaggio di primo piano nel calcio internazionale.

Non è un caso se Carlo Ancelotti l’ha chiesto in maniera più che insistente alla società: tutti sanno quanto l’ex allenatore di Milan, Juve e Chelsea abbia voluto a tutti i costi Elmas, esattamente come un anno prima aveva richiesto Fabian Ruiz.

Per il momento non si è ancora espresso a riguardo, ma è chiaro che anche il presidente De Laurentiis è parso particolarmente felice e ben impressionato delle prestazioni di Elmas. Insomma, potrebbe essere proprio lui il colpo in grado di alzare il tasso tecnico della squadra e far fare un salto di qualità al centrocampo della compagine partenopea.

Potrebbe essere proprio il macedone l’asso nella manica di Ancelotti per lanciare la rincorsa alla Juventus e vivere questa volta fino in fondo una lotta scudetto che, a parte due anni fa con Sarri in panchina, la squadra partenopea non ha mai sfiorato per davvero. Anche sui migliori casinò stranieri c’è la possibilità di scommettere sulla vittoria del campionato da parte del Napoli. In questo momento, tra l’altro, le quote sono davvero molto vantaggiose, quindi conviene farci un pensierino.

Plusvalenza in vista per De Laurentiis?

È chiaro che un affarista di prim’ordine come De Laurentiis sta già pregustando una possibile plusvalenza in grado di sistemare un bilancio intero. La prestazione contro la Sampdoria ha lasciato di stucco un po’ tutti, dal momento che Elmas ha sfoggiato tutte le sue caratteristiche principali senza alcun tipo di timore reverenziale.

Un motorino praticamente inesauribile a centrocampo, una grande propensione a rimanere sempre nel vivo del gioco, ma anche una naturale facilità a lottare per fermare le ripartenze. È stato lui il vero e proprio schermo davanti alla difesa. E non ha ancora compiuto vent’anni: questo è probabilmente il dato che lascia più sbalorditi anche tutti gli addetti ai lavori.

Ed è stata proprio questa duttilità a fare breccia tra le preferenze di mister Ancelotti. Anche a Torino, contro la Juve, Elmas era entrato in corso d’opera con l’intento di garantire maggiore sostanza e corsa al centrocampo partenopeo. L’aspetto su cui, invece, il giocatore macedone dovrà lavorare è quello di limitare la sua foga e irruenza nei contrasti che, spesso, lo porta un po’ ad esagerare. In realtà, però, si può parlare tranquillamente di peccati di gioventù, dato che l’età è dalla parte del macedone. Sarà lui il nuovo top player del Napoli?

A proposito dell'autore

Post correlati