Rimane ancora tutta aperta la partita sui nomi dei candidati alle prossime elezioni comunali di Napoli. Al momento l’unica certezza è sul nome dell’assessore Alessandra Clemente, come annunciato con largo anticipo da Luigi De Magistris.

Sul fronte Pd si discute, intanto, su una eventuale candidatura gradita al centro sinistra e ai grillini, tanto che il segretario Dem, Marco Sarracino, si è detto fiducioso. “Noi siamo a buon punto con incontri pubblici perché non abbiamo nulla da nascondere – ha spiegato – . Ci sono le priorità per Napoli a partire dal Recovery Fund e da una legge speciale per la città. Troveremo un candidato che deve essere un profilo capace di unire le forze politiche di Governo e non solo. Insieme proveremo a cambiare questa città“.

Nel centro destra, poi, sul nome del futuro candidato sindaco Stefano Caldoro fa i nomi dei ‘papabili’, graditi a tutti gli alleati.  “La candidatura di Catello Maresca è autorevole, deve avere la sua autonomia ma non vuol dire indipendente – spiega -. I partiti devono avere il loro ruolo perché sono fondamentali per costruire la rete e il programma. La scelta di questa candidatura come quella di Riccardo Monti è il frutto di un cambiamento dopo 30 anni di amministrazione della sinistra a Napoli“.