Pietro Russo è stato rieletto per acclamazione presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Napoli dall’Assemblea presieduta da Francesco Nappo, alla presenza del notaio Ludovico Maria Capuano.
“Ringrazio l’Assemblea per avermi rinnovato la fiducia – ha detto Russo – Sono comunque amareggiato per l’attenzione mediatica che ha destato la vicenda della Corte dei Conti che vede solo marginalmente coinvolta la nostra organizzazione e che sono certo verrà definitivamente chiarita nel corso dell’udienza del primo marzo”.
“Ho proposto all’Assemblea il rinvio delle elezioni come segnale di trasparenza, anche dopo la richiesta della presidenza nazionale. Ma gli iscritti presenti (poco meno dell’80% degli aventi diritti al voto) hanno respinto in maniera determinante lo slittamento. Oggi – ha concluso Russo – la città di Napoli ha bisogno di una Confcommercio forte, rappresentativa e che sappia pungolare l’amministrazione non solo comunale ma anche regionale. Gli obiettivi non cambiano: porto, Bagnoli, Napoli Est, più sicurezza e pulizia”.

“Ci aspettano cinque anni di duro lavoro per cercare di uscire dalla crisi economica. Secondo i dati ISTAT il PIL della provincia di Napoli è calato di 14 punti negli ultimi anni, e i consumi sono scesi del 18%. Dal 2008 ad oggi, a Napoli e provincia, sono stati persi oltre 100.000 posti di lavoro –

“Bisogna intensificare il controllo del territorio – ha continuato Russo – Secondo l’indagine Confcommercio-Eurisko il 73% degli operatori a Napoli e provincia ha subito minacce dalla delinquenza, a fronte del 50% in Italia”.
L’Assemblea di Confcommercio Napoli, al termine dei lavori, ha rinnovato i quadri direttivi.
Sono stati eletti alla Giunta: Gaetano Coppola, Michele D’Anna, Pasquale Gentile, Giuseppe Giancristofaro, Saverio Iaccarino, Roberto Marinelli, Andrea Mastellone, Marco Menna, Francesco Parisi, Luigi Rainone, Andrea Ruggiero.
I nuovi componenti del Consiglio Direttivo sono: Giovanni Allinoro, Franco Ambrosino, Francesco Ascione, Marco Bottiglieri, Pasquale Bruscino, Vincenzo Cascella, Angelo Casillo, Pasquale Cutolo, Rosario Ferrara, Michele Landolfo, Giuseppe Massa, Domenico Migliaccio, Francesco Minopoli, Mauro Pantano, Andrea Pianese, Rosa Praticò, Antonio Sbrescia, Angelo Sciacca, Elio Scognamiglio, Antonella Suarez.
Revisori dei Conti: Raffaele De Leonardis, Vincenzo Orefice, Guglielmo Peluso. Gennaro Duraccio e Carmine Ferrara (supplenti). Probiviri: Corrado Martingano, Giovanni Perrella, Gianpiero Pirlo. Angela Di Bonito e Adele Manna (supplenti).