Edit Napoli, www.editnapoli.com, la fiera dedicata esclusivamente al design editoriale e d’autore, conferma la sua seconda edizione a Napoli dal 16 al 18 ottobre 2020 (15 ottobre, press preview alla quale interverranno Eleonora De Majo, Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli; Paolo Jorio, Direttore del Museo Civico Gaetano Filangieri; Emmanuela Spedaliere, Direttore della Fondazione Teatro di San Carlo), diventando così la prima fiera fisica di settore in Italia nell’era di una pandemia che ha sconvolto le logiche globali. Edit Napoli raccoglie sotto la stessa etichetta, una selezione di designer, aziende e artigiani che nel loro processo creativo si avvalgono di modalità produttive di alta qualità e che fondono idee contemporanee ai saperi antichi del fare.
L’evento, organizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, ha una forte connotazione curatoriale e allo stesso commerciale e vuole dar voce al design d’autore, alle realtà che fanno della qualità rispetto alla quantità, della territorialità rispetto alla globalizzazione e della filiera trasparente i loro punti di forza.

Le ideatrici del progetto Domitilla Dardi e Emilia Petruccelli hanno selezionato 70 espositori, tra designer, aziende e artigiani internazionali e creato Seminario, una sezione per giovani designer e brand emergenti.
Edit Napoli conferma inoltre il forte legame con il territorio che la ospita, portando con Edit Cult il design internazionale all’interno di luoghi simbolo della cultura della città: il Teatro di San Carlo ospiterà le eccezionali collezioni di Martino Gamper per Moroso (Metamorfosi) e di Andrea Anastasio per Foscarini (Madre e Filo); Anastasio sarà poi protagonista di una personale curata da Alessandro Rabottini al MANN, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dove presenterà “Aritmia“, un lavoro originale sull’archivio storico della Ceramica Gatti 1928 di Faenza; mentre Jaime Hayon creerà per Bosa, “Ceramic Tower“, un’inedita installazione site-specific progettata per il Museo Filangieri.

Edit Napoli allarga inoltre il proprio raggio d’azione creando opportunità concrete per i designer di questa seconda edizione: Frantoio Muraglia, partner della fiera, selezionerà un autore che disegnerà una nuova bottiglia della collezione artistica Muraglia; mentre il workshop organizzato dal brand Orografie, che sarà ufficialmente lanciato nel 2021, ideato da Giorgia Bartolini con art direction di Vincenzo Castellana, selezionerà tre designer under 35 che entreranno di diritto nella prima collezione, accanto ai nomi di Francesco Faccin, Francesca Lanzavecchia, Elena Salmistraro, Martinelli-Venezia.
E ancora, una nuova collezione dedicata al wellness di Sara Ricciardi con Simone Piva per Made in EDIT; una serie di 6 episodi di EDIT Podcast; EDIT Table by Food Confidential; e uno special corner disegnato da Giuliano Andrea dell’Uva per il cortile del Complesso di San Domenico Maggiore.

Edit Napoli
15 ottobre 2020: press preview, h 16.30 – 18.30 (RSVP press@editnapoli.com)
16—18 ottobre 2020: apertura gratuita al pubblico, h 10.00 – 19.00
Complesso di San Domenico Maggiore – Vico San Domenico Maggiore 18, Napoli (Italia)

Edit Cult
Andrea Anastasio x Ceramica Gatti 1928
MANN Museo Archeologico – Piazza Museo, 19
17 ottobre – 30 novembre 2020
h 9.30—19.30, aperto tutti i giorni, escluso il martedì

Jaime Hayon x Bosa
Museo Civico Gaetano Filangieri – Via Duomo, 288
dal 17 ottobre
h 10.00—16.00 (lunedì–venerdì), h 10.00—17.00 (sabato e domenica)

Andrea Anastasio x Foscarini e Martino Gamper x Moroso
Teatro di San Carlo – Via San Carlo, 98
17—18 ottobre 2020
h 10.00—17.00