Dal 30 giugno per circa quaranta giorni, fino a domenica 5 agosto, Il Pozzo e il Pendolo di Napoli si “sposta” nel parco più bello di Napoli per una rassegna che, giunta alla sua diciottesima edizione, continuerà a regalare brividi, fascino e grandi emozioni. La rassegna, come ogni estate, ormai dal 2001, “trasforma” il Real Orto Botanico di Napoli nel più magico dei teatri immersi nel verde, con un viaggio nelle storie che abbiamo amato di più.

Divenuta per i napoletani un classico e atteso appuntamento estivo, la rassegna di spettacoli, musica e giochi, proporrà, quest’anno,
diciannove spettacoli, ma non mancheranno Le cene con delitto, le classiche serate targate Il Pozzo e il Pendolo, che si “trasferiranno”, anche loro, nella splendida cornice del Real Orto
Botanico.

“Quando abbiamo cominciato, 18 anni fa, avevamo – spiega Annamaria Russo – un parco bello da togliere il fiato, all’epoca sconosciuto ai
più, e l’entusiasmo incosciente di chi è convinto di aver avuto un’intuizione geniale: restituire ai napoletani e far conoscere ai turisti uno degli spazi verdi più belli e meno frequentati della città
come il Real Orto Botanico di via Foria. E farlo attraverso il teatro”.

Martedì 3 luglio andrà in scena EDIPO RE(O) da Sofocle, con Danilo Rovani, Daniela Cenciotti, Antonio De Rosa, Salvatore Sannino, Antonio Gargiulo, Gianluca Masone, Rita Russo, e il coro di Denise Capuano, Giuseppe Di Gennaro, Luca Lombardi, nell’adattamento e regia di Gianmarco Cesario. Da millenni Edipo ripercorre la sua tragedia umana, in una sorta di thriller psicologico. Indagando sulle cause di un
omicidio, Edipo scopre la sua vera storia, la sua identità e, soprattutto, il se stesso interiore.