La situazione epidemiologica, il quadro economico sociale della Regione e la prospettiva nei prossimi mesi: sono stati questi i temi toccati nella consueta diretta facebook del venerdì da Vincenzo De Luca. Il governatore della Campania ha parlato della “della necessità di richiudere le porte i paesi come gli Stati Uniti d’America”, visti gli ultimi sviluppi del virus. I controlli in Campania rimangono strettissimi perché l’epidemia ha detto, è “ancora in corso“. “Credo che occorra tornare a stringere e chiudere le porte a quei Paesi dove abbiamo un contagio amplissimo – ha poi aggiunto -. Oggi non ci sono divieti verso l’Italia, bisogna fare attenzione perchè il livello dei controlli si è abbassato in modo estremamente pericoloso“.

Un altro tema molto caro ai campani è certamente quello dell’economia e dell’occupazione, che De Luca ha ampiamente affrontato. “Stiamo lavorando per dare serenità e messaggio di speranza – ha ripetuto in più momenti – ci sono tutte le possibilità per avviarci verso la fase di sviluppo straordinario“.  L’obiettivo ha detto il presidente è “dare respiro alle famiglie, ma anche una nuova iniezione di energie all’economia pulita, per fermare l’avanzare della criminalità organizzata, dell’usura, dell’economia illecita”. A tale proposito ha annunciato per fine anno un nuovo concorsone.
 
Intanto partirà lunedì un bando per le strutture turistiche (hotel, case vacanze, campeggi, tour operator, gestori stabilimenti balneari, agenzie)  da 2000 a 7000 euro per dare respiro al comparto.