Teologi e scienziati insieme per il quinto anniversario della Laudato si’

Proseguono a pieno ritmo le attività online del polo teologico di Capodimonte. Venerdì prossimo, 22 maggio, alle ore 20.30, sulla pagina facebook ufficiale della sezione San Tommaso d’Aquino della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (PFTIM), sarà trasmesso in diretta il webinar (seminario in rete) Teologia della casa comune: la terra al tempo del coronavirus.
Il seminario, organizzato in occasione del quinto anniversario dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco e tenuto nel corso della Settimana Laudato si’ 2020, durante la quale tutti i cattolici del mondo sono invitati a riflettere e a prepararsi attraverso la formazione online e ad unirsi in solidarietà per un futuro più giusto e sostenibile, vedrà la partecipazione di teologi e scienziati, laici e pastori. Dopo i saluti del Decano della sezione San Tommaso, Don Francesco Asti, sono previsti gli interventi di Pasquale Giustiniani, docente di filosofia teoretica presso la PFTIM, del celebre oncologo Antonio Giordano, direttore dello Sbarro Institute for cancer research and molecular medicine di Philadelphia (U.S.A.), di Andrea Patroni Griffi, direttore del centro interuniversitario di ricerca bioetica (CIRB), e di Don Maurizio Patriciello, parroco al Parco Verde di Caivano, moderati da Francesco Del Pizzo, docente PFTIM.

«La nostra iniziativa – ha dichiarato il Decano, Don Francesco Asti – nasce dalla convinzione che la fede cattolica, creduta e pensata nelle discipline storiche e teologiche, rappresenti un messaggio fondamentale per cogliere le motivazioni e le esigenze che la fede cristiana è in grado di apportare nel contesto attuale. Proprio per questo, come suggerisce Papa Francesco, tutte le riflessioni, per essere finalizzate alla costruzione di una ecologia integrale, devono oggi considerare cosa sta accadendo alla nostra casa comune».

«Questo seminario in rete – ha commentato Pasquale Giustiniani, organizzatore del webinar – è un assaggio di quanto già programmato prima della pandemia e che comunque realizzeremo   in   presenza   appena   possibile.   In   collaborazione   col   Cirb, intendiamo   discutere, come suggerito da Papa Francesco, le diverse visioni e linee di pensiero in merito alla situazione ambientale e alle possibili soluzioni (tra mito del progresso tecnico e considerazioni etiche) immaginando possibili scenari futuri, perché non c’è un’unica via di soluzione».

«Sono molto lieto della partecipazione del CIRB al seminario on line sulla Teologia della casa comune al tempo del coronavirus – ha concluso Andrea Patroni Griffi –. Il CIRB, che unisce nella ricerca bioetica tutte le Università della Campania e studiosi e bioeticisti di diversa formazione e cultura, ha da sempre dedicato grande interesse ai temi della bioetica ambientale, pubblicando a riguardo anche dei Quaderni di ricerca presso le edizioni Mimesis di Udine. La presente crisi da Covid-19 è densa di questioni di interesse bioetico e pone interrogativi essenziali sull’ambiente e sul futuro della Terra».

La partecipazione al seminario è aperta a tutti e gratuita: basta collegarsi alla pagina facebook ufficiale della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale – Sez. San Tommaso.