Sono stati traditi dalle immagini del sistema di videosorveglianza e dalle testimonianze
dei presenti in zona, alcuni dei minori che, nel pomeriggio di giovedì, hanno aggredito con
calci e pugni un cittadino nigeriano intento a chiedere l’elemosina appena fuori un
supermercato del centro cittadino e che, dopo le prime cure, gli veniva refertata una
prognosi di sette giorni per le ferite riportate. Nonostante i ragazzi fossero tutti travisati da
cappuccio e mascherine, i carabinieri della Compagnia di Eboli, sono riusciti ad individuarne
tre: si tratta di alcuni giovani ebolitani minorenni, di età compresa tra i 14 e i 17 anni. Per
loro è scattata una denuncia per lesioni personali in concorso e sono stati deferiti alla
Procura per i minorenni di Salerno. Sono ancora in corso le indagini dei militari dell’Arma
volte ad identificare anche i restanti partecipanti al branco che ha aggredito il cittadino
nigeriano.