Momenti di apprensione nel reparto di Medicina dell’ospedale del salernitano, dove è scattata immediatamente sanificazione dei locali in seguito alla presenza del batterio acinetobacterbaumanni, particolarmente resistente, difficile da eliminare dagli ambienti sanitari.

La vicenda è emersa in seguito alla denuncia, a mezzo stampa, da parte della famiglia di un uomo di 72 anni ricoverato in seguito a una caduta ma, dopo alcuni giorni di degenza, ha iniziato a peggiorare e per questo è stato trasferimento d’urgenza al Cotugno di Napoli. Solo dopo il decesso del paziente i familiari sono stati messi al corrente che il loro congiunto aveva contratto il batterio particolarmente aggressivo, che lo ha ridotto in coma dopo aver lesionato organi interni.

Il batterio avrebbe contagiato diversi anziani ricoverati nel reparto di Medicina dell’ospedale “Maria Santissima Addolorata” di Eboli. Per questo motivo il direttore sanitario Mario Minervini ha disposto l’immediata sanificazione degli ambienti e la chiusura dei locali in via precauzionale. I pazienti, tutti anziani infettati non sarebbero in pericolo di vita.