Massimiliano Fuksas e Doriana Mandrelli, i due architetti, marito e moglie, che hanno progettato la fermata della metropolitana del Duomo a Piazza Nicola Amore hanno presentato in questi giorni, a Palazzo San Giacomo, alla presenza del sindaco Luigi de Magistris, il loro progetto, che è oramai in dirittura d’arrivo.

La stazione Duomo, situata tra Università è Garibaldi, aprirà nel 2019 e sarà tra le più belle del mondo, migliorando così  ancora di più  i collegamenti nel centro storico della città.

Duomo è stata pensata per far parte del ‘Metrò dell’Arte’, cioè quel gruppo di alcune stazioni della Linea 1 della metropolitana, che costituiscono una vera e propria opera d’arte. Fino ad oggi il primo posto è stato occupato  dalla stazione di Toledo, da tutti ritenuta la più bella d’Europa. A contendere il primato di stazione più bella d’Europa, dal 2019 però, ci sarà anche la stazione di piazza Nicola Amore che addirittura aspira al primato di “stazione più bella del mondo”.

Dall’aspetto fantascientifico, la stazione avrà una grossa cupola di vetro che permetterà l’accesso all’interno.  Dentro ci saranno  dei pannelli illuminati dal di dietro che proietteranno ognuno una luce diversa, dando la sensazione di passare attraverso le diverse ore della giornata. Sarà come stare su una navicella spaziale ed i viaggiatori avranno la sensazione di far parte in un film di fantascienza.