In un paese del Sud, due donne diverse per età ed esperienze, si incontrano. Rosa è una ragazzina di 17 anni, aggrappata ad un amore adolescenziale che, spera, la porti lontano, anche da un padre con cui non riesce a parlare. Gladys, circa 40 anni, è tornata dal Venezuela con pochi soldi, è nubile, lavora ed ha abdicato a quasi tutti i suoi sogni. Fino a quando incontra Aldo che le fa credere alla possibilità di una vita nuova, ma è solo un’illusione. In un laboratorio sotto il livello stradale, senza finestre, vessate da un padrone che vorrebbe essere simpatico ed elegante, ma che è rozzo e manesco, Rosa e Gladys confezionano tessuti e tute sportive. Tutto per 2 euro l’ora. Sullo sfondo della vita del paese, tra i bar e i lavori precari, Rosa e Gladys sperano, ridono, amano. Un incendio divampato accidentalmente nella fabbrica le travolgerà. Le troveranno abbracciate. Solo una delle due ce la farà.

DUE EURO L’ORA (opera prima)  regia di: Andrea D’Ambrosio; cast: Peppe Servillo, Chiara Baffi, Paolo Gasparini, Massimo De Matteo, Antonella Morea, Lello Serao, Marianna Mercurio, Alessandra Mascarucci, Alyona Osmanova, Patrizia Di Martino, Davide Schiavo, Peppe Miale, Lorena Leone, Gabriele D’Aquino. Sceneggiatura: Andrea D’Ambrosio, Donata Carelli; fotografia: Giulio Pietromarchi; montaggio: Giogiò Franchini; scenografia: Carmine Guarino; costumi: Francesca Apostolico; musica: Fausto Mesolella; produttore: Enzo Porcelli; produzione: Achab Film, Rai Cinema, con il contributo del MiBACT; paese: Italia; anno: 2015; durata: 80′; formato: colore; uscito in sala: 12/05/2016; premi e festival: Annecy Cinema Italien 2016: in Concorso BIF&ST – Bari International Film Festival 2016: ItaliaFilmFest Festival des Films du Monde de Montréal 2016: First Films World Competition – Bronze Zenith