Gli agenti del commissariato locale di polizia di Acerra diretti dal vicequestore Antonio Cristiano, hanno scoperto e sventato nella giornata di venerdì, in un operazione fulminea, un giro di distribuzione e spaccio di droga, per la precisione di hashish. Il fatto si è compiuto nel piccolo retrobottega del famoso “Bar Castello”, usato ufficialmente come cucina, ma serviva anche come luogo di preparazione delle dosi da distribuire nelle piazze di spaccio.
Il bar, è il luogo storico per essere il centro della vita sociale della città, difatti, si sono ritrovati politici, intellettuali e artisti grazie alla serie di eventi che tutti gli anni ricorrono nel vicino Castello Baronale.
In manette sono finiti il proprietario Vincenzo Pezzullo, di 32 anni, e due giovanissimi, Gennaro Losco e Giovanni Tramontano, rispettivamente di 21 e di 22 anni.

A proposito dell'autore

Naples, Italy
Google+

Diplomato presso un liceo scientifico e laureando in scienze della comunicazione, mi occupo di scrivere articoli scientifici, condurre podcast radiofonici, organizzare gruppi di persone per il conseguimento di progetti, fare da relatore su tematiche come Open Source e tecnologie positive per la società umana, ho realizzato una stampante 3D ed ora mi occupo di elaborare per conto di altri campagne di crowdfunding e mi sto specializzando nel settore dell'E-Learning.

Post correlati