Un gruppo di persone a Zurigo si è reso conto che 780 milioni di persone non hanno accesso all’acqua potabile e 3.4 milioni muoiono ogni anno per le acque sporche,  un problema visto principalmente  nelle terre Africane.
Così hanno inventato un dispositivo portatile di depurazione per l’acqua chiamato DrinkPure, la scocca esterna è stata realizzata da una stampante 3D, successivamente viene analizzata da scrupolosi controlli per verificarne l’efficienza e la sicurezza per una durata di +300 litri di utilizzo al costo di  17-19 dollari.
Il funzionamento è molto semplice:

  1.  un filtro cattura le particelle più grandi, si incontrano facilmente nei fiumi vegetali e detriti.
  2. sottostante c’è un filtro al carbone che blocca le sostanze chimiche come odori e metalli pesanti.
  3. una membrana polimerica trattiene i batteri.

Quando l’acqua non scorrerà fluida dal filtro significa che è il momento di sostituirlo.

Drinkpure filtro

 

Il progetto DrinkPure è stato lanciato il mese scorso, 17 luglio e la campagna di crowdfunding su indiegogo terminerà il 26 Agosto. Il goal è stato sforato da 40,000$ a più di 68,000$ con 581 donatori.