I carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli e della compagnia di Poggioreale hanno fermato oggi un cittadino romeno e una cittadina italiana coinvolti nell’omicidio di Stefanina Fragliasso.
La pensionata di 76 anni era stata trovata morta, lo scorso 25 marzo nella sua abitazione nel rione Sant’Erasmo, legata con il nastro adesivo e con in bocca un indumento intimo, in zona Gianturco. I due indagati dovranno ora rispondere di concorso in omicidio e rapina. Le indagini dei carabinieri stanno proseguendo le ricerche per individuare altre persone coinvolte nel delitto.


Secondo gli inquirenti, la donna avrebbe agevolato l’accesso dei rapinatori, poi trasformatisi in assassini. Il romeno, invece, era incaricato di aprire la cassaforte dove si riteneva fossero conservati ingenti beni. Le indagini sono state coordinate dal pm Luciano d’Angelo e dal procuratore aggiunto Rosa Volpe.