Momento decisamente positivo per il Napoli che macina gioco e risultati raccogliendo i consensi di una critica estasiata dalla creatura di mister Sarri. Al San Paolo domenica sera arriva un Palermo disperato, con un piede e mezzo già in B e che ad inizio settimana ha vissuto l’ennesimo abbandono in panchina; Corini ha infatti lasciato il sodalizio del vulcanico Zamparini ed al suo posto è stato chiamato l’ex-bandiera cagliaritana Diego Lopez.
Nessun problema di formazione per i partenopei se si eccettua Koulibaly impegnato in Coppa d’Africa; proprio da quest’ultima è arrivato anzitempo Ghoulam (eliminato con la sua Algeria) e ci sarà anche se solo per la panchina (impensabile possa subentrare) il polacco Milik. La formazione dovrebbe vedere la conferma di Maksimovic al centro della difesa dopo l’autoritaria prova di Coppa Italia, la presenza di Jorginho come regista in mezzo al campo con gli interni Hamsik e Zielinski ed il tridente delle meraviglie tutto tecnica e velocità lì davanti a scardinare le prevedibili barricate dei rosanero.
La macchina perfetta del presidente De Laurentiis (che intanto sta intensificando le attività volte a coinvolgere la folta comunità cinese ) non può permettersi passi falsi e per fare ciò bisogna affrontare con rispetto gli avversari senza assolutamente sottovalutare il match. Madrid e la Champions distano ancora due settimane e più…