L’appuntamento è per domani venerdì 25 ottobre a Caivano dove, alle 8.30, si accenderanno centinaia di fiaccole davanti alla chiesa parrocchiale. In prima linea ci sarà lui, don Maurizio Patriciello, da anni icona del popolo della “terra dei fuochi” e conosciuto ormai in tutta Italia per le sue battaglie contro i roghi tossici. Al suo fianco domani anche l’Aspal, Associazione Sportiva Presidenti Atletica Leggera, per prendere parte all’iniziativa “La Fiaccola della Speranza”, patrocinata della Regione Campania.

Una vera e propria staffetta podistica di oltre 40 km che attraverserà 13 comuni fra Napoli e Caserta. I roghi tossici in Campania aumentano in maniera esponenziale. L’evento, quindi, ha lo scopo primario di recuperare e potenziare l’idea dell’antica “Campania Felix”, contrastando il fenomeno dei roghi tossici. La “Fiaccola della Speranza”, coinvolgerà le associazioni di promozione sportiva e podistica del territorio, attraverso l’affidamento e lo scambio della fiaccola, le stesse contribuiranno ad un progetto di informazione raggiungendo le scuole e le piazze dove si terranno incontri formativi. Diversi i testimonial presenti che racconteranno la loro battaglia quotidiana contro le ecomafie e molte malattie correlate alla continua esposizione ai fumi tossici.


La manifestazione si concluderà con il convegno formativo “I Roghi Tossici in Campania”, presso l’Its Michelangelo Buonarroti di Caserta, alle ore 17.00. Alla tavola rotonda sono stati invitati Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente, Luigi D’Aniello, presidente Aspal, Raffaele Ruberto, prefetto di Caserta; Antonio Marfella, oncologo Pascale Napoli, Giuseppe Di Gennaro, Di Gennaro Spa (azienda di gestione rifiuti), Carlo Marino, primo cittadino di Caserta, Vittoria De Lucia, dirigente scolastico Its Michelangelo Buonarroti. Modera la giornalista Francesca Nardi.