Quando un paio di anni fa mi invitarono ad una trasmissione televisiva per parlare di tango, colsi la “palla al balzo” e mi presentai, “cos’è il tango?”  Domanda banale, siamo bombardati dal tango, la pubblicità della TIM, FINDUS con i surgelati… il mastice per le dentiere, e credo di dimenticarne parecchie … anzi un atto lucido e consapevole di rimozione….

Il tango è una danza, non un ballo, nato a fine ‘800 nel Rio della Plata, ma queste notizie le troverete ovunque, come ovunque troverete le sue origini, le sue evoluzioni e …perdizioni, quello che in questa rubrica ci piacerebbe offrire è un immagine quanto mai vero-simile, estrapolata da un immaginario collettivo, appannaggio per lo più di chi non balla o è neofito.

tango

Il tango , essendo una danza, è la traduzione nel movimento di un fraseggio musicale, i mezzi che lo permettono sono due corpi che si abbracciano e si connettono tramite un intenzione… il tango con lo studio è più bello, si dice che chi ama questa danza trova il suo perché anche solo nello studio, ma sicuramente ciò, da solo, non basterebbe… ma questo è un preambolo, e sicuramente io non posseggo i titoli per parlarne, essendo solo una ballerina, e riguarda, invece, la voce più autorevole dei Maestri….

Il tango non è una rosa rossa in bocca, uno spacco vertiginoso, o abbracci di passione … la sensualità che chi non balla scorge dall’esterno è eleganza, e di sensuale, credetemi nulla ha o ben poco, forse possiamo parlare di emozione , e che emozione! Quando due ballerini , ognuno per sé ed insieme nei loro corpi, ballano sul fraseggio, allora abbiamo il Tango…

tango

Ora quest’incontro settimanale che ci vedrà insieme, si propone proprio di raccontare attraverso la voce dei ballerini, la loro vita con questa esperienza estetica dell’esistenza che li porta a vivere di notte, ad avere sempre in valigia le scarpette da tango, perché in ogni angolo del mondo, e credetemi, non esagero, si balla… ed allora quando vi troverete in un’altra città, anche in un’altra nazione, e da lontano vi avvicinerete alla milonga (luogo dove si pratica il tango) e sentirete le note arrivare, così famigliari, così note e rassicuranti, ovunque voi sarete, sarà un po’ casa!

Questa rubrica avrà il piacere di dare voce ai ballerini, racconterà aneddoti, forse anche curiosità, di questa follia, mania, passione, che cambia la vita a chi si avvicina.

A presto

La voce di una ballerina

Edwige