Nella giornata di ieri, i disoccupati napoletani hanno animato la vita della città con due azioni. In mattinata, i disoccupati del “Gruppo Vertenza Bros hanno sanificato la mensa dei poveri del Carmine. Nelle scorse settimane, muniti di attestati di formazione, tute, visiere, guanti, sanificatori, mascherine scope e palette avevano purificato la mensa dei poveri e aree pubbliche di piazza Cavour e Zona dei Vergini. Nel pomeriggio, si sono registrati tafferugli tra alcuni manifestanti di Centri sociali e disoccupati e le forse dell’ordine. Dopo un presidio in piazza Dante, indetto dal  Centro sociale “Iskra“, dal “Movimento Disoccupati 7 Novembre” e dal “SI-Cobas“. Si sono mossi in corteo, pur non essendo autorizzati, e nel tentativo di giungere in via Toledo passando da piazza Santo Spirito, si sono scontrati con gli agenti di polizia e carabinieri, che li scortavano in tenuta antisommossa. “La crisi è vostra, non la pagheremo noi“, si leggeva sullo striscione che avrebbero voluto portare fin sotto Palazzo san Giacomo.