Il detto napoletano del 31 maggio

“Quanno ‘a gatta nun c’è, ‘e surice abballano”

Quando non c’è il padrone, il dipendente ozia

A proposito dell'autore

Raffaele Cofano

Post correlati