State pensando alla destinazione del vostro prossimo viaggio? Vi piacerebbe poter affiancare una vacanza di mare, spiagge tropicali e parchi naturali a un’immersione nell’archeologia e nella storia che possa arricchirvi culturalmente e spiritualmente? La risposta è Sri Lanka: un viaggio che è gioia per gli occhi e sollievo dell’anima, un Paese in grado di soddisfare le esigenze più disparate e assecondare ogni capriccio.

Sri Lanka: cenni storici, geografici ed economici

Stato insulare dell’Asia situato nell’Oceano Indiano, per la sua forma particolare e la sua vicinanza al Paese è chiamato “lacrima dell’India”. Con una superficie che è circa un quarto dell’Italia, è abitato da un popolo cordiale, rilassato e molto ospitale. In Sri Lanka le lingue ufficiali sono cingalese (o singalese) e tamil ma anche l’inglese è piuttosto diffuso fra i suoi abitanti: non sarà quindi difficile stabilire un contatto e avere uno scambio che vada di là da una semplice richiesta di informazioni pratiche.

Da sempre coinvolta nelle vicende storiche cingalesi, l’India è intervenuto anche in occasione della lunga guerra civile che ha tormentato lo Sri Lanka per più di 25 anni, tra il 1983 e il 2009. Un aspro e violentissimo conflitto interno di carattere etnico, tra la maggioranza cingalese e la minoranza tamil che, fino alla sua conclusione, ha provocato più di 70.000 vittime e lasciato una ferita profonda nel Paese.

La fine della guerra civile ha concesso allo Sri Lanka di intraprendere il cammino della ricostruzione e della ripresa economica, ottenendo risultati incoraggianti in pochi anni e facendo registrare valori positivi un po’ in tutti i settori produttivi, nonostante il persistere della sfavorevole congiuntura internazionale. Ciò anche grazie alla raggiunta stabilità politica e all’integrazione delle province del nord e dell’est all’interno del sistema nazionale, come pure alla graduale ma decisa apertura nei confronti dei Paesi esteri.

Tutti elementi che hanno fatto meritare al Paese lo status di ‘middle income emerging country’, condizione ufficialmente attribuita allo Sri Lanka dal Fondo Monetario Internazionale già nel 2010.

Quando organizzare un viaggio in Sri Lanka?

Trovandosi di poco a nord dell’Equatore, lo Sri Lanka ha un clima tropicale, caldo e umido tutto l’anno. Causate dal monsone, ma anche dai due passaggi del sole allo zenith, le piogge sono tutt’altro che rare.

Tenendo conto che i due picchi massimi di piovosità sono ad aprile/maggio (per sud-ovest e zone interne) e tra ottobre e dicembre (in tutto il Paese), il periodo migliore è quello della stagione secca, che va da settembre a ottobre e da dicembre a marzo. Per il resto, le temperature oscillano dai 25 ai 29 gradi tutto l’anno e le acque del suo splendido mare sono sempre sufficientemente calde da potersi immergere senza remore.

Cosa vedere in Sri Lanka?

Il boom dello Sri Lanka come destinazione turistica non sorprende quando si considera l’estrema ricchezza paesaggistica che caratterizza le diverse regioni della grande isola e i tanti siti di interesse storico, artistico e culturale meritevoli di una visita. Per selezionare alcune delle più imperdibili località srilankesi, ci si siamo ispirati alle guide e ai percorsi proposti da un tour operator italiano (qui per approfondimenti e ricche gallerie fotografiche), organizzando una proposta perfetta per i viaggiatori in cerca di relax e tranquillità sulle suggestive spiagge del paese e una adatta agli avventurieri pronti ad esplorare le bellezze culturali e architettoniche dello Sri Lanka.

Le spiagge più belle

  • Passikudah Beach: sabbia fine e coralli bianchi, mare caldo e palme favolose, cosa volere di più? Situata sulla costa orientale dello Sril Lanka, la spiaggia ha pochi turisti anche ad agosto e offre la possibilità di praticare diversi sport acquatici.
  • Mirissa Beach: anche se più turistica, è una spiaggia pulita e tranquilla a forma di mezza luna contornata da palme. Di sera cambia veste, complici i banchetti per la vendita di pesce freschissimo cucinato al momento da gustare in riva al mare. Indimenticabili i suoi tramonti.
  • Mihiripenna Beach: favolosa località nei pressi di Unawatuna, Mihiripenna è famosa per la laguna delle tartarughe giganti. Palme da cocco, acqua limpida, sabbia pulita ne ribadiscono lo splendore.
  • Goyambokka Beach: senza dubbio la più bella di Tangalle e una delle più emozionanti dello Sri Lanka, questa caratteristica spiaggetta fatta di palme, rocce, mangrovie, sabbia bianchissima e onde vivaci è un piccolo paradiso irrinunciabile della costa orientale.

Il triangolo culturale dello Sri Lanka

Una spiritualità diffusa e un’atmosfera un po’ magica, siamo nel triangolo culturale dello Sri Lanka, tappa irrinunciabile per ogni viaggiatore che intenda avventurarsi alla scoperta dell’Isola.

Per un breve itinerario all’interno delle meraviglie archeologiche di questa porzione del Paese, suggeriamo di partire dalla città di Negombo, caratteristica terra di pescatori e località più che abbordabile dal punto di vista economico.

Da qui si potrà agevolmente proseguire alla volta dell’antico Tempio di Dambulla per visitare le sue 5 grotte scavate nella roccia e lasciarsi sorprendere dalle oltre 150 raffigurazioni del Budda. Lasciato Dambulla, si arriva a Polonnaruwa, antica capitale medievale celebre per le rovine dello stupefacente sito archeologico e per il suo vatadage, una struttura circolare decorata che ricorda molto Stonehenge.

Attraversando il Parco nazionale di Minneriya, vera e propria riserva di elefanti che vivono in questo spazio naturale in assoluta libertà, la nostra esplorazione del triangolo culturale termina con l’imponente Arunadhapura, antica capitale del Paese i cui tesori archeologici e architettonici costituiscono una delle più pregevoli testimonianze dell’antica civiltà cingalese.

Sebbene non ci siano serie controindicazioni all’organizzazione di un viaggio organizzato in totale autonomia, per apprezzare al meglio tutto il fascino dello Sri Lanka, ottimizzando il tempo a disposizione per la vacanza e riducendo i costi di volo e soggiorno, è preferibile rivolgersi a una valida agenzia turistica che, volendo, potrà anche combinare pacchetti che prevedono una puntata alle vicine Isole Maldive.

Vi lasciamo con una splendida galleria fotografica (qui per accedervi) dedicata ai volti più affascinanti dello Sri Lanka turistico, per assaporare anche da casa un po’ della magia di questo incantevole paese.